Lazio-Milan, le pagelle di CM: Leao devastante, cuore Tonali. Immobile c'è, che disastro Marusic

·4 minuto per la lettura

Lazio-Milan 1-2

LAZIO

Strakosha 5: brividi nel primo tempo per quel rinvio addosso a Messias e successivo fallo di mano fuori area. Si esalta sulla punizione di Hernandez e in un paio di altri interventi nella ripresa. Ma sul cross finale di Rebic doveva chiamare l'uscita e fare suo il pallone.

Lazzari 6: Leao è più forte fisicamente e ogni tanto gli scappa via anche in velocità. Lui restituisce pan per focaccia e in alcuni momenti costringe il portoghese a ripiegare per aiutare Hernandez (dal 34' s.t. Hysaj 6: ha solo compiti di copertura e li svolge bene)

Patric 5,5: Bene in marcatura nella prima metà di gara. Sul gol dell'1-1 però si perde completamente il taglio di Giroud alle sue spalle. (dal 34' s.t. Luiz Felipe 6: tiene bene Ibra senza concedergli spazi comodi)

Acerbi 5: Leao se lo mangia in velocità in occasione del pari. È anche sul gol nel finale il suo intervento di testa anticipa lo stesso Strakosha e finisce per favorire Ibrahimovic.

Radu 6: Primo tempo poco attivo. In avvio di ripresa non riesce a scalare in tempo su Giroud per impedirgli di battere a rete, ma poi si rifà salvando sulla linea il possibile 1-2 di Messias. (dal 17's.t. Marusic 2: la sconfitta è colpa sua per quel pallone perso ingenuamente, invece di spazzare)

Milinkovic 6: ennesimo assist stagionale, purtroppo inutile. Domina fisicamente, ma troppe volte è impreciso negli appoggi.

Lucas Leiva 6,5: si mangia Diaz in marcatura. In più sono almeno 3 gli interventi in extremis nel primo tempo con cui ha sbrogliato situazioni pericolose. (dal 14's.t. Cataldi 6: fa quello che avrebbe dovuto fare dall'inizio Luis Alberto, provando a servire in verticale Immobile per scavalcare la pressione milanista)

Luis Alberto 5: in ombra e poco coinvolto nella manovra che passa quasi tutta per i piedi di Milinkovic (dal 14's.t. Basic 5,5: confusionario con la palla tra i piedi. Ma almeno si rende utile in fase di ripiegamento)

Felipe Anderson 6,5: attivo, propositivo, caparbio. È questo il Pipe che tutti i laziali vorrebbero sempre vedere. E che sarebbe servito per tutto il campionato...

Immobile 6,5: timbra il cartellino dopo 4 minuti. Stasera è meno preciso del solito negli appoggi, ma solo perché deve fare a sportellate con tutta la difesa rossonera.

Zaccagni 5: non è nel suo miglior momento di forma e si vede. Non da oggi, per altro. Rimane ingabbiato nel pressing del Milan e Calabria lo tiene a bada senza troppi sforzi.

All. Sarri 6: Lezione imparata dopo i due KO precedenti. Ma non basta. Due errori individuali condannano la sua squadra ancora una volta, dilapidando quanto di buono fatto.

MILAN

Maignan 6: fa buona guardia.

Calabria 6,5: partenza con il freno a mano tirato, poi sale in cattedra e annulla Zaccagni.

Kalulu 6,5: solido e reattivo, non sbaglia nulla.

Tomori 5,5: prosegue il momento così e così del difensore inglese. Ha sulla coscienza il gol di Immobile.

Theo 6: svagato a iniziò partita, poi decide di mettere le marce alte e determina come sa fare.

Tonali 7,5: coraggio e cuore dal primo all’ultimo minuto. E ha il grande merito di segnare un gol di fondamentale importanza nella lotta allo scudetto quando la partita sembrava indirizzata sul risultato di parità.

Kessie 5: gioca senza furore agonistico, sbaglia diversi passaggi elementari. Non segue il movimento di Milinkovic sul gol della Lazio.

Messias 6: punta Marusic e gli va spesso via in velocità. Crea un paio di situazioni interessanti, sfiora il gol al termine di una bella azione personale. Pesa l’occasione fallita al 15’ del secondo tempo quando non inquadra la porta da distanza ravvicinata su una bella invenzione di Leao. ( dal 25’ st Krunic 6: sostanza a centrocampo, il bosniaco di rende sempre utile)

Brahim Diaz 5,5: le trenta partite senza fare gol iniziano a farsi sentire sulla tranquillità dello spagnolo. Svaria su tutto il fronte offensivo, corre tanto ma non incide. (Dal 23’ st Ibrahimovic 6,5: ha il merito di regalare il pallone della vittoria a Tonali)

Rafael Leao 7,5: semplicemente devastante. Solo un super Stakosha gli nega la gioia del gol in tre occasioni, lascia tutti gli avversari sul posto con delle accelerazioni straordinarie. Regala un assist perfetto a Giroud. ( dal 40’ st Saelemaekers sv)

Giroud 6,5: nel primo tempo si muove bene e sfiora il gol in due circostanze, questione di centimetri. Si rifà a inizio secondo tempo con un gol da attaccante navigato. Killer istincit (Dal 23’ st Rebic 6: ci prova con quella determinazione che gli era mancata nelle precedenti uscite)

All. Pioli 6,5: gestione dei cambi opinabili ma alla fine ha ragione lui e il Milan trova un successo fondamentale. Nada

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli