Lazio-Sampdoria 4-0: Aquila scatenata, poker per la Champions

Goal.com
Due colpi di testa di Milinkovic-Savic e De Vrij nel primo tempo, poi la doppietta di Immobile nella ripresa: la Lazio domina la Sampdoria.

Lazio-Sampdoria 4-0: Aquila scatenata, poker per la Champions

Due colpi di testa di Milinkovic-Savic e De Vrij nel primo tempo, poi la doppietta di Immobile nella ripresa: la Lazio domina la Sampdoria.

La Lazio batte la Sampdoria e mantiene il quarto posto che vale l'accesso alla prossima Champions League: partita già decisa nel primo tempo con i colpi di testa di Milinkovic-Savic e De Vrij, nella ripresa Immobile arrotonda il risultato con una doppietta. 

Inzaghi deve fare a meno dello squalificato Luis Alberto: Felipe Anderson prende posto dal primo minuto accanto a Immobile, con Marusic e Lulic sugli esterni. Giampaolo rilancia la coppia Caprari-Zapata, con Ramirez sulla trequarti.

Nella prima fase del match i padroni di casa provano a controllare la gara cercando spesso la profondità di Immobile: dopo venti minuti Parolo deve abbandonare il terreno di gioco a causa di un problema fisico, al suo posto entra Lukaku.

La Sampdoria non riesce a ripartire con pericolosità e allora la Lazio aumenta la propria pressione: poco dopo la mezz'ora Radu crossa bene in area e pesca la testa di Milinkovic-Savic, letale negli inserimenti sui palloni alti. Vantaggio biancoceleste e blucerchiati che sbandano: poco dopo cerca il raddoppio Lucas-Leiva, ma la conclusione viene ribattuta.



Prima dell'intervallo Viviano tiene in partita i suoi con un doppio provvidenziale intervento sulle conclusioni di Felipe Anderson e Immobile, infine si ripete alla grande sul tentativo rasoterra di Marusic. Non può nulla però sul colpo di testa di De Vrij, che finalizza al meglio un perfetto corner di Felipe Anderson per il raddoppio.

Ad inizio ripresa la Samp ci prova con qualche accelerazione di Zapata, ma la difesa di casa è attenta. La squadra di Inzaghi controlla bene il possesso palla e rischia pochissimo sulle iniziative degli ospiti, troppo lenti nel giro palla.

Nel finale si scatena Ciro Immobile: prima finalizza un bell'assist di Milinkovic-Savic, poi realizza la doppietta personale in contropiede, bruciando Viviano con un preciso piatto destro. Festa grande all'Olimpico.

I GOAL

32’ MILINKOVIC-SAVIC 1-0  - Bel cross di Radu sul secondo palo, dove Milinkovic-Savic sfugge alla marcatura di Strinic ed insacca in tuffo di testa nell'angolo basso.

43' DE VRIJ 2-0 - Corner battuto bene da Felipe Anderson per la testa del difensore olandese, che brucia gli avversari ed insacca alle spalle di Viviano con un perentorio stacco.

85' IMMOBILE 3-0 - Azione prolungata con una rete di passaggi biancocelesti: Milinkovic-Savic mette a centro area un pallone teso sul quale si avventa Immobile in scivolata.

88' IMMOBILE 4-0 - Contropiede micidiale per la profondità del bomber italiano, bravo a superare ancora Viviano con un preciso piatto destro.

I MIGLIORI

LAZIO: MILINKOVIC-SAVIC

Ha il grande merito di sbloccare la gara con un inserimento dei suoi: domina i palloni alti e i contrasti fisici, sempre preciso negli appoggi. Fornisce anche l'assist per la prima rete di Immobile.

SAMPDORIA: VIVIANO

Prova a tenere in partita i suoi sfoderando tutti i suoi riflessi sulle numerose conclusioni avversarie, non può nulla sui goal subiti.

I PEGGIORI

LAZIO: LUCAS LEIVA

Fa il solito lavoro sporco nel primo tempo, risultando però meno preciso del solito in fase di impostazione.

SAMPDORIA: STRINIC

Grave l'errore in marcatura sulla rete di Milinkovic-Savic: distratto in fase difensiva e poco propositivo in avanti.

Potrebbe interessarti anche...