Lazio travolge 6-1 lo Spezia, tripletta per super Immobile

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Tutto facile per la Lazio che travolge all'Olimpico lo Spezia per 6-1 in uno degli anticipi del sabato della seconda giornata di Serie A. Dopo lo svantaggio iniziale firmato da Verde si scatena Immobile che firma una tripletta nel solo primo tempo dove trova anche il tempo di farsi parare un rigore; nella ripresa Anderson, Hysaj e Luis Alberto fissano il risultato. I biancocelesti restano in vetta alla classifica a punteggio pieno con 6 punti, mentre i liguri rimangono fermi a quota 1.

Inizio scoppiettante di partita all'Olimpico con i liguri sorprendentemente in vantaggio dopo quattro minuti. Azione individuale di Colley che entra in area, calcia sul secondo palo, Reina respinge sui piedi di Verde che da due passi fa 1-0. Nemmeno il tempo di esultare per lo Spezia che i padroni di casa pareggiano. Pedro vede lo scatto in profondità di immobile, gli serve il pallone e l'attaccante della Nazionale batte Zoet con un tocco morbido.

Al quarto d'ora la squadra di Sarri completa la rimonta. Altra azione manovrata con Anderson che trova Luis Alberto, lo spagnolo addomestica un gran pallone per Immobile che dal limite dell'area scaglia un destro potente che non lascia scampo al portiere avversario. Al 23' problema fisico al polpaccio per Lazzari che è costretto ad uscire dal campo: al suo posto Marusic.

Alla mezz'ora sempre Lazio in attacco, Felipe Anderson vede e premia il taglio di Pedro, la cui conclusione viene parata da Zoet. Nel recupero della prima frazione l'arbitro Dionisi assegna, dopo aver rivisto l'azione al Var, un rigore ai capitolini per fallo in area di Erlic su Pedro. Dagli 11 metri calcia Immobile e Zoet para salvando momentaneamente i suoi. Dagli sviluppi del corner successivo si riscatta il bomber di Torre Annunziata segnando di testa il 3-1 con il quale le due squadre vanno al riposo.

In avvio di ripresa Anderson cala il poker. Rilancio diretto di Reina per l'esterno brasiliano che anticipa Amian e batte ancora Zoet. Al 9' la squadra di Thiago Motta resta anche in dieci per l'espulsione di Amian che trattiene vistosamente lo scatenato Anderson fermando una chiara occasione da gol. Al quarto d'ora ci prova Luis Alberto su punizione ma la conclusione è di poco alta. Al 25' Hysaj firma il quinto gol: palla profonda di Luis Alberto per l'inserimento del terzino albanese che batte Zoet per il 5-1.

Poco dopo la mezz'ora azione individuale di Raul Moro che manda a spasso l'intera difesa avversaria ma poi conclude debolmente vanificando la bella azione. Al 40' arriva il sesto gol che manda i titoli di coda sulla partita: Luis Alberto riceve palla al limite dell'area, la controlla con il destro e la incrocia sul palo lontano, il portiere non può farci nulla.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli