Le decisioni del giudice sportivo dopo la 27ª giornata di Serie A: i verdetti su Rebic e Theo Hernandez

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Come di consueto sono arrivate le decisioni del Giudice sportivo di Serie A dopo la 27ª giornata di campionato. C'era attesa soprattutto in casa Milan, vista la coda di polemiche in campo e fuori dopo la vittoria del Napoli a San Siro con l'espulsione di Ante Rebic nel finale e "l'attacco" social di Theo Hernandez all'arbitro Pasqua di Tivoli.

Gianluigi Donnarumma | Jonathan Moscrop/Getty Images
Gianluigi Donnarumma | Jonathan Moscrop/Getty Images

Sono in totale sette i calciatori fermati, a cominciare da Ante Rebic: 2 i turni di stop all'attaccante croato del Milan per "avere, al 47 esimo del secondo tempo, rivolto al Direttore di gara espressioni irriguardose". Tra i rossoneri multa di 10 mila euro a Gianluigi Donnarumma. Il portiere, nel finale di gara, ha "assunto un atteggiamento minaccioso e offensivo nei confronti dei componenti della panchina della Società avversaria, a uno dei quali rivolgeva un'espressione insultante, infrazione rivelata dai collaboratori della procura federale" e di 1500 euro per il romanista Lorenzo Pellegrini. Nessuna sanzione per Theo Hernandez per le proteste contro l'arbitro Pasqua attraverso una stories dal suo profilo Instagram (cancellata poco dopo).

Theo Hernandez | Alessandro Sabattini/Getty Images
Theo Hernandez | Alessandro Sabattini/Getty Images

Una giornata di squalifica anche a Juan Cuadrado (Juve), Bruno Peres (Roma), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Kamil Glik e Pasquale Schiattarella (Benevento) e Gaston Ramirez (Sampdoria): tutti diffidati e ammoniti nell'ultimo turno. Un turno di stop anche per Ivan Juric (Verona), mentre entrano in diffida Rino Gattuso e Filippo Inzaghi, allenatori di Napoli e Benevento.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.