Le dichiarazioni del centrocampista olandese sul match Olanda - Repubblica Ceca

·2 minuto per la lettura
Wijnaldum Olanda Repubblica Ceca
Wijnaldum Olanda Repubblica Ceca

A seguito della vicenda nella quale è stato coinvolto il giocatore francese Kylian Mbappé durante il match Francia – Ungheria, il centrocampista dell’Olanda Georginio Wijnaldum, ha preso posizione in vista della partita contro la Repubblica Ceca che si terrà nello stadio di Budapest.

Il calciatore senza troppi giri di parole ha fatto sapere che qualora durante la partita dovesse succedere qualcosa potrebbe essere pronto ad abbandonare il campo. Wijnaldum, ha poi parlato della sua scelta di indossare la fascia One Love a sostegno della comunità LGBT: “Utilizzerò quella fascia”, ha dichiarato.

Wijnaldum Olanda Repubblica Ceca, “Penso l’UEFA debba intervenire”

Nel corso della conferenza stampa della Nazionale Olandese, il centrocampista Georginio Wijnaldum, ha fatto un bilancio dei recenti avvenimenti, esprimendosi circa quanto avvenuto durante la partita Francia – Ungheria nei confronti di Mbappé verso il quale sono stati rivolti cori razzisti.

“Penso che l’Uefa debba proteggerci e, nel caso, intervenire magari fermando la partita. Questa responsabilità non deve competere ai giocatori”, le parole del calciatore che ha fatto sapere quale sarà la sua decisione qualora la situaizone dovesse in qualche modo degenerare: “non scarto la possibilità di andarmene dal campo se domenica succederà qualcosa”.

Wijnaldum Olanda Repubblica Ceca, la decisione di indossare la fascia “One Love”

Il calciatore olandese ha poi parlato della sua decisione di indossare la fascia “One love” a sostegno della comunità LGBT: “Utilizzerò quella fascia perché noi della nazionale olandese vogliamo sottolineare che difendiamo ogni tipo di inclusione e siamo assolutamente contro qualsiasi forma di discriminazione ed esclusione. Con questo mio gesto, condiviso da tutti i compagni, vogliamo solidarizzare con tutti coloro che si sentono discriminati in ogni parte del mondo”.

Wijnaldum Olanda Repubblica Ceca, la nota di UEFA sul match Francia – Ungheria

Nel frattempo è arrivata la condanna da parte di UEFA che ha fatto sapere, attraverso una nota diramata sul suo sito istituzionale, che avvierà un’indagine disciplinare a seguito degli episodi razzisti avvenuti durante il match: “In conformità con l’Articolo 31(4) del Regolamento Disciplinare Uefa un Ispettore Etico e Disciplinare Uefa è stato nominato per condurre un’indagine disciplinare su potenziali incidenti discriminatori avvenuti nella Puskas Arena durante le partite della fase a gironi del Campionato Europeo 2020 tra le nazionali di Ungheria e Portogallo il 15 giugno 2021 e tra le nazionali di Ungheria e Francia hanno giocato il 19 giugno 2021”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli