Leao torna prima punta per l'assalto del Milan alla Champions

·1 minuto per la lettura

Sarà una vera e propria finale quella che domani sera, al "Gewiss Stadium", il Milan giocherà contro un'Atalanta in cerca di tre punti per blindare il secondo posto. I rossoneri però non possono fallire l'aggancio alla Champions League dopo il match ball sprecato con il Cagliari nell'ultimo turno. Una gara a cui Stefano Pioli arriverà con un altro problema oltre a quello spesso endemico di Zlatan Ibrahimovic. Come spiegato dallo stesso tecnico in conferenza stampa, oltre allo svedese, mancherà con tutta probabilità anche Ante Rebic.

Leao contro il Cagliari | Jonathan Moscrop/Getty Images
Leao contro il Cagliari | Jonathan Moscrop/Getty Images

La certezza si avrà solo domani mattina, ma nel frattempo sarà Rafael Leao a guidare l'attacco rossonero. Questa sarebbe dovuta essere la stagione della consacrazione per il portoghese, e fino a gennaio l'attaccante stava andando bene con 5 presenze (da prima punta) 3 gol e 1 assist in 434 minuti giocati. Poi è tornato Ibrahimovic, con il rendimento di Leao che non è più stato lo stesso, anzi. 9 presenze complessive senza incantare, con zero gol e un solo assist. La partita con l'Atalanta, a questo punto, non sarà solo un'ultima spiaggia per la Champions, ma anche per lo stesso Leao.

Il portoghese sarà chiamato ad una prestazione convincente (soprattutto con gol) per rilanciare le chance di una conferma nel Milan che, visto il rendimento, ha messo Leao sotto osservazione. E senza la Champions può anche pensare di venderlo...

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli