Lega A, no alle partite in chiaro chieste da Spadafora

Adx
Askanews

Roma, 8 mar. (askanews) - Arriva un secco no da parte della Lega di serie A alla richiesta del ministro dello sport Vincenzo Spadafora di trasmettere in chiaro le partite del campionato dis serie A. In un comunicato la Lega sottolinea che "il Signor Ministro fa riferimento a uno scenario nel quale i soggetti da lui sentiti per le vie brevi, tra i quali Sky Italia e Dazn, avrebbero espresso il proprio parere favorevole all'ipotesi. La Lega Serie A a sua volta ha stabilito contatti formali con i licenziatari dei diritti pay, che, pur comprendendo la richiesta, si adeguano al fatto che la proposta formulata continua a presentare vincoli legali, normativi e tecnologici. Di conseguenza, considerando quanto già espresso ieri dalla Lega Serie A, continuano a non sussistere, per i motivi già elencati, le condizioni legali per trasmettere in chiaro le partite del campionato di Serie A TIM".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...