Leicester, già esaurite le maglie 2016-17: Foxes presto più ricche del Milan?

E' una stagione straordinaria quella vissuta dal Leicester. Manca ancora una partita di Premier League da giocare, ma per le Foxes sarà solo un'ulteriore occasione per festeggiare il clamoroso titolo vinto. Una stagione vincente dal punto di vista sportivo ma anche sotto il profilo economico, visto che la formazione allenata da Claudio Ranieri ha fatturato ben 265 milioni di euro.

E nella prossima stagione si profila un ulteriore aumento dei fatturati, visto che per la prima volta nella sua storia prenderà parte alla fase a gironi della Champions League e potrà staccare un assegno più consistente anche per quanto riguarda i diritti televisivi della Premier League.

Per ora, però, in attesa della prossima stagione, il Leicester deve 'accontentarsi' di aver già esautiro in sole 24 ore le nuove maglie per la stagione 2016-2017 messe in vendita. Un risultato che dimostra quanto il brand di questo club che nella scorsa stagione lottava per salvarsi, sia diventato di grande rilevanza economica grazie al suo exploit in Premier.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

E nella prossima stagione, come riferisce il 'Mail on Sunday', il Leicester potrebbe addirittura entrare nel novero delle quindici squadre più ricche del mondo, superando club di maggiore prestigio come ad esempio il Milan.

Milan che anche in questa stagione ha deluso i propri tifosi e che per la seconda stagione consecutiva potrebbe terminare fuori dalla zona Europa, nel caso non riesca a riagguantare il sesto posto in classifica nell'ultima giornata o non riesca a vincere la finale di Coppa Italia contro la Juventus.

In questa stagione, in cui non ha giocato nelle coppe europee, il Milan ha fatturato 216,5 milioni di euro, quasi 50 milioni di euro in meno rispetto al Leicester, che tra l'altro per formare la sua squadra vincente ha speso davvero poco, col trio di calciatori ritenuti dai critici i migliori dell'ultima stagione di Premier, Mahrez, Vardy e Kantè, che sono costati complessivamente solo 11 milioni di euro.

Per non parlare degli ingaggi, che non hanno superato i 70 milioni di euro complessivi. Certo, nella prossima stagione, il Leicester dovrà adeguare gli stipendi al nuovo livello raggiunto dal club, anche per provare a non farsi soffiare dai top club europei gli elementi di maggiore qualità.

Potrebbe interessarti anche...