Leonardo "E' normale che il nome di Ronaldo sia associato al Psg"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 10 nov. (askanews) - "È normale che Cristiano Ronaldo sia associato al Psg. Facciamo parte di quella cerchia ristretta di club che potrebbero permetterselo". Così il ds del club parigino Leonardo in una intervista botta e risposta con i tifosi su Twitter. "Anche se la situazione è complicata per tutti, il mercato è una questione di opportunità, al di là della programmazione. A volte succedono cose straordinarie. Ma non è stato così durante l'ultimo mercato". Mbappé, Neymar e Icardi non si muovono: "I primi due hanno un contratto fino al 2022" ha proseguito Leonardo. "Da tempo abbiamo avviato un dialogo, ma adesso le cose cominciano a essere più chiare e le discussioni si faranno più intense. È nostro obiettivo costruire il futuro con loro, anche perché penso che il Psg, contrariamente ad altri a fine ciclo o in crisi, fa parte invece di quei club destinati a imporsi nei prossimi cinque anni. Icardi? Quando lo abbiamo preso erano tutti d'accordo. L'opzione era da 70 milioni e l'abbiamo abbassata. Ora è infortunato e in cattiva forma ma forse fra 5 anni parleremo di un giocatore importante per il PSG, così come già lo è stato l'anno scorso".