Lettera di minacce, Conte: "Mi daranno notizie"

Se il messaggio trasmesso durante la presentazione come allenatore dell'Inter era stato "Testa bassa e pedalare", Antonio Conte ha invece deciso di affrontare a testa alta l'inquietante episodio della lettera anonima di minacce ricevuta nei giorni scorsi.

Alla vigilia della trasferta sul campo del Torino che segnerà la ripresa del campionato dopo l'ultima sosta del 2019 il tecnico salentino ha liquidato la vicenda con poche parole, preferendo concentrarsi sul campo: "Dobbiamo cercare di trasmettere valori positivi per chi ci segue. Penso non sia giusto dare spazio a questi episodi che sono negativi e diseducativi. Più lo si fa, più messaggi negativi mandiamo ai giovani che vedono in noi persone da cui apprendere insegnamenti positivi. C'è chi sta facendo il suo lavoro, mi hanno assicurato che mi daranno notizie".

“Infortuni? Ne abbiamo subiti solo un paio muscolari, Gagliardini e Sensi. Purtroppo lavorare durante la sosta è difficile, ma dobbiamo stringere i denti: abbiamo sette partite importanti prima di Natale e dovremo cercare di fare del nostro meglio in campionato e in Champions, sapendo che non sarà semplice passare il turno in Europa".

Infine una convinta difesa di Lukaku, parso poco brillante prima della sosta: "Stiamo parlando di un giocatore per noi molto importante. C'è solo da sottolineare il lavoro che sta facendo, i gol che stanno facendo. Sono molto contento e mi auguro continui così".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...