Lilian Thuram torna a Parma

Nell’ambito del progetto “I colori del Futuro” sostenuto da Fondazione Pizzarotti Lilian Thuram torna a Parma per parlare ai giovani delle scuole. L’evento è fissato per venerdì 8 novembre dalle 10.30 alle 13 presso la sala conferenze dell’istituto IPSIA "Primo Levi” di P.le Sicilia.

 

Dopo le polemiche seguite all’ultima intervista in Italia, Lilian Thuram torna quindi nella città che lo ha lanciato calcisticamente affrontando quegli stessi temi, questa volta dai banchi di scuola. “ Razzisti non si nasce, si diventa” è la consapevolezza alla base dell’impegno dell’ex campione del mondo, oggi ambasciatore UNICEF nell’educazione contro il razzismo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

 

Ospite del presidente del Parma Pietro Pizzarotti e della fondazione filantropica della sua famiglia, Venerdì 8 novembre dalle 10.30 alle 13 il campione francese incontrerà gli studenti di vari istituti scolastici a conclusione della prima edizione del progetto promosso dall’ Associazione Le Réseau e realizzato con il sostegno di Fondazione Pizzarotti.

 

Una serie di incontri dedicati alle scuole e a i centri aggregativi, volti a stimolare nei giovani la capacità di dialogo interpersonale, l’abbattimento dei pregiudizi e la valorizzazione delle diversità nel rispetto reciproco, requisiti fondamentali per una coesistenza positiva nella società multietnica del terzo millennio.

 

Dopo le partecipazioni dello scrittore Dikele Di Stefano, della fumettista Takoua e del calciatore Mario Balotelli tra gli altri, l’incontro di venerdì sarà un momento di conversazione con l’ex stella di Parma e Juventus, che inaugurerà l’edizione 2020 del progetto alla presenza del presidente del Parma Calcio che lo omaggerà della maglia ufficiale, di Cleophas Dioma e Mehret Tewolde dell’associazione Le Réseau, del presidente di Fondazione Pizzarotti Enrica Pizzarotti e delle scolaresche interessate. L’evento è patrocinato dal Comune di Parma per il quale è attesa la presenza dell’assessore alla cultura Michele Guerra.

Potrebbe interessarti anche...