Liliana Segre si vaccina, sui social insulti e minacce

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

"Credo molto nella vaccinazione, è una cosa che ho sempre seguito per tutta la vita, fin da quando ero bambina". Così Liliana Segre aveva accolto positivamente la possibilità di vaccinarsi contro il Covid, ma dopo aver ricevuto il siero diversi sono stati gli utenti che sui social si sono scagliati contro la senatrice.

Insulti antisemiti, minacce e parole irripetibili sono apparsi sui social contro la donna che nelle scorse ore al Fatebenefratelli di Milano si era sottoposta alla vaccinazione anti Covid per dare il buon esempio. Tra gli haters c'è chi punta il dito contro la 90enne milanese colpevole di aver "saltato" la fila.

LEGGI ANCHE - Covid, la senatrice Liliana Segre si vaccina

A scorrere i commenti sotto il post dove il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ringrazia la senatrice per la sua testimonianza c'è chi si lamenta perché "lei sì e mia nonna no"e chi le augura le peggiori reazioni avverse. "Odio intollerabile e fanatismo da condannare", ha detto tra le prime il ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini.

Tanti altri politici, poi, hanno mostrato solidarietà alla senatrice. "Una vita che è un esempio per tutti. Anche nei gesti più semplici. Grazie a Liliana Segre" l'ha omaggiata pubblicamente il ministro della Salute, Roberto Speranza. Anche il Nicola Zingaretti le ha rivolto un pensiero: "Solidarietà ad una donna splendida che in un momento così delicato per il proprio Paese, riesce a essere un esempio positivo. Grazie Liliana Segre, siamo tutti con lei".

VIDEO - Chi è Liliana segre