L'importanza di essere Giorgio Chiellini. Il rinnovo un altro colpo di mercato per la Juve!

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Giorgio Chiellini ha alzato al cielo la Coppa dell'Europeo, trascinando l'Italia. Sorprende la sorpresa di molti nell'analizzare le prestazioni del Giorgione nazionale. E' vero, nell'ultimo anno e mezzo ha passato più tempo in infermeria che sui campi da calcio, ma quando è stato in campo è stato spesso e volentieri decisivo.

Con la conferma di Andrea Pirlo o con l'arrivo di un altro tecnico sulla scia del bresciano, forse, sarebbe stato meglio separare le strade. Con il ritorno di Max Allegri invece è giusto proseguire sulla rotta avviata più di un decennio fa.

Giorgio Chiellini e Bukayo Saka | Laurence Griffiths/Getty Images
Giorgio Chiellini e Bukayo Saka | Laurence Griffiths/Getty Images

Chiellini sarà un elemento importante nello spogliatoio della Juventus ma anche in campo. Non potrà garantire una presenza fissa (probabilmente) ma potrà garantire costanza di rendimento, fame, ambizione, quando chiamato in causa. La rabbia con la quale si è aggrappato a Saka nel finale di gara per non farlo andar via in campo aperto dopo una sbavatura a metà campo è forse l'immagine simbolo di quello che rappresenta Giorgio Chiellini, uno degli ultimi 'marcatori', nel senso stretto del termine, rimasti in giro per l'Italia e per il mondo. E allora, perché 'disfarsene'? Meglio proseguire per un altro anno. De Ligt ne gioverà e ne gioverà tutta la Juve. Riprendendo le parole di Buffon: "Credo che sull’età ci sia un pregiudizio. Io penso che ci siano i livelli e lo spessore degli uomini e dei giocatori a fare la differenza. Giorgio non so se potrà giocare 10, 20, 40 partite: io so che averlo per 20 partite significa avere per 20 partite il miglior difensore del mondo. E a me basta. Perché Tom Brady a 43 anni ha cambiato squadra e ha vinto il Superbowl? Perché evidentemente dentro ha qualcosa di diverso". Amen.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli