L'Inter abbandona il sogno Champions: ora l'obiettivo è fare più di 70 punti

Il centrocampista francese dell'Inter parla così alla 'Gazzetta dello Sport': "Pioli ci ha trasmesso fiducia. Verratti è uno dei migliori al mondo".

L'ultimo pareggio contro il Torino, ma soprattutto la sconfitta contro la Roma di qualche settimana fa, ha ridimensionato gli obiettivi dell'Inter. Il terzo posto sembrava possibile ad un certo punto del cammino di Stefano Pioli, oggi invece servirebbe un miracolo.

Ecco perché, a distanza di otto punti dal Napoli che occupa la terza piazza, e che lascia poco o niente per strada, i nerazzurri non vogliono più inseguire chimere. Per l'Inter adesso sarà fondamentale raggiungere il quarto posto per evitare i preliminari di Europa League, o il quinto (ma in questo caso dipenderebbe anche dalla vincente della Coppa Italia).

Come evidenzia 'Il Corriere dello Sport', un altro traguardo importante per l'Inter, quanto meno simbolico, sarebbe quello di raggiungere quota 70 punti e migliorare il risultato dello scorso anno. Tra l'altro Stefano Pioli, rispetto alla stagione precedente di Mancini, potrebbe riuscire in questa piccola impresa nonostante la partenza ad handicap avuta con De Boer.

Dopo l’ottavo posto con 55 punti del 2014-15, lo scorso anno i nerazzurri hanno chiuso quarti con 67 punti e nel 2016-17 l’obiettivo è quindi tornare a superare quota 70 punti, un traguardo che non viene più raggiunto dal 2010-11 quando Leonardo si piazzò secondo con 76 punti. 

Tuttavia il mese di aprile sarà forse quello più complicato della gestione di Pioli, sicuro più importante. Ci saranno tre match consecutivi contro Milan, Fiorentina e Napoli; senza dimenticare lo scontro, a questo punto diretto, contro la Lazio a fine maggio. Insomma, la stagione dell'Inter e la permanenza di Pioli passerà soprattutto da questi incontri decisivi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità