L'Inter in difesa guarda al futuro: promosso Matturro, occhio alla clausola

L'ultimo mese in casa Inter è stato importante per lo staff dirigenziale dell'area sport, per monitorare il mercato e informarsi anche di persona su alcuni dei profili che potrebbero fare al caso dei nerazzurri nelle prossime sessioni di mercato. Oltre al viaggio di Piero Ausilio in Spagna vi avevamo raccontato di quello del vice-ds Dario Baccin, in Sud America. E proprio da questa missione è emerso uno dei profili di maggiore interesse anche in vista del prossimo mercato invernale: Alan Matturro.

VICE-BASTONI - Difensore centrale classe 2004 di proprietà del Defensor Sporting nonostante la giovane età è già stato inserito dal club uruguaiano nel giro della prima squadra. L'inizio del 2022 non è stato dei migliori, con i problemi di pubalgia che lo hanno tormentato, ma ora il problema è alle spalle e da giugno in poi non è mai uscito dall'11 titolare. Fisico importante (è alto 1 metro e 89 ed è già ben strutturato), mancino di piede, è abituato a giocare in una linea a 4 difensiva. Sebbene più strutturato e con il piede meno-educato in un'ottica di un inserimento in rosa potrebbe crescere con calma alle spalle di Bastoni.

OCCHIO ALLA CLAUSOLA - Baccin lo ha visionato e promosso ed ha riferito ad Ausilio anche quella che è la cifra che servirebbe per strapparlo al Defensor. Nel contratto in scadenza 30 giugno 2024 c'è una clausola rescissoria da 6 milioni di euro, ma che, data la vicina scadenza del contratto, potrebbe anche essere trattata al ribasso fra le due società. Per un colpo che potrebbe essere anticipato già a gennaio dato il doppio passaporto italo-uruguaiano che non impedirebbe il tesseramento in nerazzurro.