L'Inter e gli esuberi da piazzare: da Dalbert a Lazaro, passando per Nainggolan: Marotta e Ausilio a lavoro

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

L'Inter è a lavoro sulle uscite. In estate saranno diversi i calciatori pronti nuovamente a lasciare la formazione nerazzurra. Diversi infatti gli esuberi che l'Inter proverà a cedere. Non mancherà il lavoro per Beppe Marotta e Piero Ausilio.

Ci sono dei giocatori che hanno fatto parte della rosa della prima squadra interista ma anche alcuni giovani. Dalbert non sarà riscattato dal Rennes per 12 milioni e tornerà a Milano con un contratto in scadenza 30 giugno 2023.

Radja Nainggolan | Silvia Lore/Getty Images
Radja Nainggolan | Silvia Lore/Getty Images

Il laterale mancino è uno degli elementi che non rientra nei piani dell'Inter e bisognerà trovargli una sistemazione. Stesso problema per Valentino Lazaro. Qui però bisognerà capire le scelte del nuovo allenatore del Borussia Mönchengladbach, Xabi Alonso, ma le possibilità di permanenza non sono altissime. Poi c'è Radja Nainggolan, in prestito secco al Cagliari, con l'Inter ha ancora un anno di contratto e molto dipenderà da come finirà la stagione dei sardi.

In uscita c'è Joao Mario che però potrebbe essere riscattato dallo Sporting: si tratta soprattutto sulle cifre. A questi 4 'big', si aggiungono poi i nomi dei giovani come ad esempio Facundo Colidio, costato 8 milioni, ora in prestito in Belgio (ha un contratto fino al 2023). Stesso discorso anche per Andreaw Gravillon difensore francese classe 1998 che tornerà dal prestito al Lorient in Ligue 1 con un contratto in scadenza 2023. Da valutare il futuro del portiere brasiliano Gabriel Brazao, contratto fino al 2024: la sua partenza sembra scontata.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.