L'Inter e il rebus attacco: bilancio e offerte, due idee per il vice-Lukaku

·2 minuto per la lettura

Il mercato estivo dell'Inter sarà incredibilmente particolare fatto più di attese che di accelerate e sarà condizionato, inevitabilmente, dalla situazione societaria e dai problemi economici che sta attraversando la proprietà cinese. C'è un reparto, in particolare, in cui l'attesa si può trasformare in rebus ed è quello d'attacco dove l'unica certezza resta la permanenza di Romelu Lukaku.

BILANCIO E OFFERTE - Hakimi nelle idee di Marotta e Ausilio sarà il sacrificato per sistemare i conti del club, ma potrebbe non essere l'unico a dire addio. "Entro la fine del mercato servirà accumulare una plusvalenza importante" ha dichiarato Steven Zhang nella sua ultima intervista e proprio da qui si muove la prima tessera del mosaico che riguarda l'attacco. Hakimi da solo non può bastare e quindi sarà fondamentale completare altre cessioni, possibilmente minori. Ma se dovesse arrivare l'offerta irrinunciabile per Lautaro Martinez come cambierebbero le strategie nerazzurre?

DUE IDEE PER IL VICE-LUKAKU - Data per scontata la permanenza di Alexis Sanchez, il cui ingaggio è attualmente fuori mercato, la certezza è che per Simone Inzaghi serva un vice-Lukaku più "affidabile" di Andrea Pinamonti il quale resta uno dei potenziali sacrificabili. In caso di permanenza di Lautaro alla Pinetina la scelta ricadrà su un bomber low cost dal punto di vista del cartellino, ma più pronto e navigato anche per un discorso Champions. Il nome più caldo è quello di Felipe Caicedo, proposto da intermediari, ma che ha richieste importanti dal punto di vista dell'ingaggio. E se invece dovesse partire Lautaro? L'investimento, pur contenuto, potrebbe essere doppio con la quarta punta che potrebbe avere caratteristiche diverse, alla Raspadori (profilo che piace molto) a cui aggiungere comunque un titolare che potrebbe anche avere caratteristiche più simili a Lukaku. Un rebus, o forse più un puzzle, che non avrà tempi brevi di risoluzione. Le idee sono delineate, ma l'Inter per l'attacco non ha fretta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli