L'Inter e un conto da saldare? Il punto sulle pendenze con lo United per Lukaku

Matteo Baldini
·1 minuto per la lettura

L'Inter di Conte ha trovato la vetta della classifica e l'ha resa solida, non prendendo ancora il largo ma mantenendo comunque il Milan a quattro punti di distanza. Inutile però nascondere sotto il tappeto tutto ciò che esula dal campo, ciò che riguarda da un lato l'evoluzione della situazione societaria e dall'altro le casse del club, con tutti gli impegni da onorare.

Lukaku e Hakimi | Soccrates Images/Getty Images
Lukaku e Hakimi | Soccrates Images/Getty Images

E in questo spazio si inserisce anche un discorso relativo a Romelu Lukaku, trascinatore e bomber dei nerazzurri: alcune voci di mercato sull'asse Milano-Manchester (sponda Red Devils) si legherebbero alla necessità nerazzurra di saldare ancora il debito per l'acquisto del centravanti belga dal Manchester United. Nello specifico si tratta delle voci su Skriniar e Lautaro in orbita United, idea che però non trova conferma in quanto sottolinea oggi Repubblica. L'Inter doveva 1,9 milioni di bonus al club inglese alla fine dell'ultima stagione, i termini dell'affare sono stati rinegoziati dopo l'emergere della pandemia, aggiornando le scadenze, ma l'Inter ha comunque saldato già a gennaio scorso quanto dovuto.

Zhang | LARS BARON/Getty Images
Zhang | LARS BARON/Getty Images

Il club, in sostanza, si è impegnato nell'onorare le scadenze dei pagamenti dei cartellini, cercando di farlo il prima possibile e facendo sì che i rapporti con lo United (in questo caso) restassero buoni e senza pendenze ulteriori. Il 31 marzo prossimo la UEFA farà scattare la verifica sul pagamento degli stipendi arretrati, un controllo che di fatto costringerà le società ad attenersi alle scadenze previste per non rischiare sanzioni piuttosto severe.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.