L'Inter festeggia la vittoria dello Scudetto con una goleada: 5-1 sull'Udinese, Conte vince ancora!

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Vittoria dell'Inter contro l'Udinese: Conte celebra nel migliore dei modi lo Scudetto stravinto quest'anno e attende l'incontro chiarificatore con Steven Zhang in programma domani. Sette cambi di formazione per Antonio Conte rispetto al ko con la Juventus, davanti ai 1000 tifosi nerazzurri presenti oggi a San Siro. Tra le più importanti la presenza di Ranocchia e D'Ambrosio nei tre di difesa e l'assenza di Romelu Lukaku in avanti, con Lautaro supportato da Pinamonti. In mezzo al campo Sensi titolare. Gotti ha scelto il conseuto 3-5-1-1 con Okaka unica punta supportato da Pereyra. De Paul a centrocampo con Walace e Stryger Larsen. In porta Musso.

Christian Eriksen | Mattia Ozbot/Getty Images
Christian Eriksen | Mattia Ozbot/Getty Images

Una partita di fine anno quella andata in scena allo stadio San Siro con l'Udinese a fare da sparring partner alla festa degli uomini di Conte. Inter avanti dopo 7 minuti: combinazione tra Young e Lautaro, rimpallo fortuito per l'inglese per un tocco sotto ravvicinato che supera Musso. Ritmi bassi, poche emozioni. Si arriva a fine primo tempo con Conte costretto a sostituire Sensi, infortunato, per Eriksen. Proprio il danese trova il 2-0 dopo nemmeno 2 minuti con un calcio di punizione di destro che passa in mezzo alla barriera bianconera, non perfetta nell'occasione.

L'Udinese va vicina al gol con De Paul a inizio ripresa, bravo Bastoni ad allontanare sulla linea, ma poi è solo show nerazzurro. Lautaro trasforma il calcio di rigore procurato da Hakimi per un contatto in area con Zeegelaar. Poi Conte manda dentro Perisic, Sanchez e Lukaku. Il croato trova il 4-0 con un gran piatto destro di prima intenzione. Il belga firma il 5-0 in combinazione con il cileno: destro a giro che finisce sul palo e poi sul mento di Lukaku per il poker interista. Al 79' calcio di rigore per l'Udinese, per un tocco di mano di Eriksen in area. Pereyra calcia dagli undici metri e spiazza Padelli che aveva preso il posto di Handanovic, diventato oggi il portiere con più presenze nella storia interista (superato Zenga) a fine primo tempo. Altra grande vittoria per l'Inter di Conte.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.