L'Inter torna su Thuram: c'è il marchio di Marotta, che cambia il mercato

Ritorno di fiamma. L'Inter è tornata a pensare a Marcus Thuram e questa volta il finale potrebbe essere diverso da quello di 15 mesi fa. L'attaccante francese del Borussia Moenchengladbach, figlio di Liliam, ex difensore di Parma e Juventus, nell'estate 2021 è stato una dei candidati più credibili per prendere il posto del partente Lukaku, ma un brutto infortunio muscolare ha fermato sul nascere ogni tipo di trattativa, convincendo l'Inter a virare sul Tucu Correa. Ora che la musica è cambiata da Milano sono tornati a farsi sentire. Con una certa insistenza.

L'INTER SI MUOVE - Thuram in questa stagione è tornato a parlare la lingua dei gol, 13 in 17 partite, che hanno convinto Didier Deschamps a portarlo in Qatar. Il sogno di una vita, una vetrina importante per un attaccante che cerca squadra. Il rinnovo del contratto in scadenza a giugno con il Borussia Moenchengladbach non si farà, l'ex Sochaux e Guingamp vuole una nuova sfida. Magari in Italia, dove papà è diventato grande. Marotta, specialista dei parametri zero, fiuta l'affare, ma sa che deve fare in fretta, serve un'offerta convincente ora, per battere la concorrenza dalla Premier League.

MERCATO IN ATTACCO - L'eventuale sbarco di Thuram in nerazzurro andrebbe a ridisegnare le gerarchie sul mercato. Con Lautaro intoccabile e Lukaku che dovrebbe restare in nerazzurro (in primavera verrà affrontato il discorso con il Chelsea), sono a rischio eliminazione Dzeko e Correa. Il primo va in scadenza, il secondo può partire di fronte a un'offerta che a giugno 2023 dovrà essere di almeno 15 milioni di euro, per evitare una minusvalenze.