L'Italia scrive la storia, tripletta nella discesa di Bansko

Adx
Askanews

Roma, 25 gen. (askanews) - Elena Curtoni, Marta Bassino e Federica Brignone hanno scritto una pagina indelebile della storia dello sci alpino italiano. Le tre azzure infatti, hanno siglato una straordinaria tripletta, la quarta di sempre, nella discesa di Bansko in Cdm. Un'affermazione netta, che ribadisce ancora una volta la straordinaria forza del team femminile diretta da Gianluca Rulfi e coordinata nella velocità da Giovanni Feltrin. Una soddisfazione incredibile per lo staff, in una giornata che ha consegnato meritatamente alle cronache Elena Curtoni, per la prima volta in carriera sul gradino più alto del podio. La 28enne di Cosio Valtellino, tre podi in carriera ma mai sul gradino più, è stata solida, leggera e precisa su tutte le curve realizzando un'ultima frazione straordinaria, meglio di un'impressionante Marta Bassino, staccata di dieci centesimi ed autrice anch'essa di una prestazione ai limiti della perfezione, che le è valso il primo podio di sempre nella specialità.

Curtoni, approfittando anche di una visibilità nettamente migliorata, è riuscita ad essere velocissima, così come Federica Brignone, terza e al podio numero 35 della carriera. La valdostana, al traguardo con un ritardo di soli 14 centesimi, è stata molto aggressiva, rischiando due volte di sdraiarsi in pista, riuscendo comunque a reagire. Mikaela Shiffrin, quarta in classifica a poco più di tre decimi, si deve solo inchinare al pari di Petra Vlhova, 11esima e staccata di 1"25. Il fantastico quadretto azzurro è completato anche dai risultati ottenuti da Laura Pirovano e Francesca Marsaglia, entrambe a punti e tra le migliori venti: la prima è 14esima, mentre la seconda ha centrato una buona 18esima posizione. Nulla da fare invece per Nicol Delago, in grande difficoltà negli ostici curvoni, e la sorella Nadia, terminata fuori pista. Verena Gasslitter è invece 42esima.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...