Lite rientrata, adesso il Torino che fa? Da Schuurs a Miranchuk, tutte le mosse di Vagnati

Dalle parole ai fatti. Anzi, dalle parolacce verrebbe dire ripensando a quella lite nel parcheggio dell’hotel di Waidring tra il dt Davide Vagnati e l’allenatore Ivan Juric. Dopo che lo scoppio del caso, dovuto anche alla diffusione di quel video girato da uno degli ospiti dell’hotel che ospitava il Torino, il direttore tecnico granata ha risposto perfezionando l’acquisto di Valentino Lazaro dell’Inter: non è ancora ufficialmente un calciatore del Torino ma lo sarà lunedì, dopo che avrà effettuato le visite mediche di rito e firmato il contratto. L’austriaco arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto. A una settimana dall’esordio in Coppa Italia al Torino servono però ancora diversi rinforzi in tutti i reparti (gli unici acquisti ufficiali al momento sono quelli del terzino Brian Bayeye dal Catanzaro e del trequartista Nemanja Radonjic dall’Olympique Marsiglia).

LA DIFESA - Andiamo con ordine. Tra i pali confermato Etrit Berisha mentre Vanja Milinkovic-Savic è sul mercato ma proprio le difficoltà nel cedere l’estremo difensore serbo (ci sono stati dei sondaggi dal Brentford ma nessuna offerta) stanno bloccando l’arrivo di un altro portiere: alcuni obiettivi sono sfumati, come Pierluigi Gollini, altri sono ancora alla portata, come Bartlomiej Dragowski, ma senza la partenza di Milinkovic-Savic non ci saranno acquisti e lo Spezia potrà chiudere. Un rinforzo arriverà in difesa dove Ivan Juric attende il sostituto di Gleison Bremer. I principali candidati sono due: Perr Schuurs dell’Ajax, valutato 12 milioni dagli olandese, e Jason Denayer svincolatosi dall’Olympique Lione che chiede però oltre 2 milioni di ingaggio all’anno, una cifra ritenuta eccessiva dai granata.

IL CENTROCAMPO - Juric aspetta anche rinforzi a centrocampo, reparto dove ha perso due pedine importanti come Rolando Mandragora e Tommaso Pobega. Il dt Vagnati aveva trovato l’accordo con lo Spezia per l’acquisto Giulio Maggiore ma la trattativa è ora in stand-by e potrebbe saltare definitivamente perché il tecnico croato preferirebbe altri profili: il grande sogno è Ivan Ilic, giocatore che Juric conosce molto bene avendolo allenato al Verona, ma in parola con la Lazio per il dopo Luis Alberto. L'idea è quella di tentare un inserimento stile quello della Juve per Bremer. Nel frattempo Vagnati sta provando a chiudere anche per Emirhan Ilkhan, giovane centrocampista turco, classe 2004, di proprietà del Besiktas.

L'ATTACCO - Passiamo all’attacco: non solo manca il sostituto di Andrea Belotti (piace Musa Barrow), ma servono ancora due/tre acquisti per rinforzare la trequarti. Da settimane Vagnati è al lavoro per riportare sotto la Mole Dennis Praet, rientrato al Leicester dopo la fine del prestito e che Juric rivorrebbe con sé, ma il club inglese vuole incassare almeno 14 milioni per cedere il belga. Si tratta a oltranza anche con il Lorient per Armand Laurienté - fantasista francese che sta facendo di tutto per trasferirsi in Italia - e con il Bologna per Riccardo Orsolini, ma il colpo più alla portata è Aleksej Miranchuk, che potrebbe arrivare sotto la Mole dall’Atalanta con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli