Il Milan fa il suo. Giroud, Saelemaekers e Pobega: 3-1 alla Dinamo Zagabria

Con un tris senza troppi patemi, il Milan si sbarazza della Dinamo Zagabria 3-1 e coglie il primo successo in Champions League. Ora i rossoneri si godono la vetta del gruppo e possono rituffarsi nel campionato. Il Milan parte bene e attacca a testa bassa: prima Giroud, ben imbeccato da Diaz, e poi Tonali con un inserimento mettono paura ai croati. La Dinamo resta bassa e attende. Con il passare dei minuti questa strategia funziona: ai rossoneri viene meno la furia e la gara si spegne. Poche occasioni, una in contropiede per Leao e i croati che gestiscono il risultato. Prima dell’intervallo però l’episodio che indirizza il match. Sutalo stende Leao in area con un intervento in ritardo. Dal dischetto è sicuro Giroud che manda al riposo i suoi in vantaggio.

Nella ripresa il Milan parte ancora a tutta e trova il raddoppio. Guizzo di Leao che va sul fondo e serve il bomber di coppe Saelemaekers. È 2-0. Il belga è il primo giocatore rossonero a segnare nelle prime due giornate di una stagione di Champions League da Zlatan Ibrahimovic nel 2010/11. La Dinamo però non molla e trova subito il gol che accorcia le distanze. Petkovic inventa e assiste Orsic d’esterno, l’ex Spezia fa 1-2. La squadra di Pioli non si scompone e rimette le mani sulla partita. L’allenatore cambia e pesca dalla panchina Pobega. L’ex Torino lo ripaga subito con un bel gol, il suo primo con il Diavolo, sfruttando un ottimo cross di Theo Hernandez. Un italiano torna a segnare nel massimo torneo per club con questa maglia dopo 3214 giorni (l’ultimo, Balotelli nel 2013). Il resto è accademia: il Milan sale a 4 punti e si prende la vetta del gruppo.

AL TERMINE DEL MATCH RESTATE SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO SULLA PARTITA CON IL 100ESIMO MINUTO DI ALBERTO POLVEROSI