Liverpool-Napoli, le pagelle di CM: Nunez decisivo, Salah a segno ma Olivera lo sovrasta

Liverpool-Napoli 2-0

Liverpool:

Alisson 6: pochi veri pericoli dalle sue parti, gestisce soprattutto con i piedi.

Alexander-Arnold 5,5: due tunnel subiti nei primi 7 minuti da Kvaratskhelia. Passano i minuti e la situazione non cambia, non riesce a tenerlo mai ma per sua fortuna c'è il costante aiuto dei compagni (42' s.t. Ramsay s.v.).

Konaté 6,5: le sue uscite palla al piede sono una risorsa per il Liverpool, in questo modo riesce a spezzare più volte la prima pressione del Napoli. Bravo anche in diverse occasioni a chiudere su Kvaratskhelia.

van Dijk 7: grande battaglia con Osimhen, fa valere tutto il suo fisico. Svetta altissimo nel recupero del secondo tempo costringendo Meret agli straordinari, ma poi arriva Nunez sulla ribattuta che insacca il 2-0.

Tsimikas 6,5: spinge tanto e lo fa bene, copre anche meglio rispetto ad Alexander-Arnold.

Milner 6: raddoppia spesso in aiuto per contenere Kvaratskhelia. Si arrende ad inizio ripresa per un problema muscolare (3' s.t. Elliott 6: entra con il piglio giusto. Con il suo mancino prova a dare maggior imprevedibilità in avanti).

Fabinho 6: lavoro di sostanza davanti la difesa per bloccare sul nascere gli inserimenti dei centrocampisti avversari.

Thiago 6,5: quanta qualità nella gestione palla, è sempre un piacere vederlo dettare i tempi di gioco (42' s.t. Bajcetic s.v.).

Salah 6,5: serata complicata. Prova diverse fiammate ma Olivera di fronte a lui è insuperabile. Molto lesto quando all'85' mette in rete una ribattuta sugli sviluppi di un calcio d'angolo. È il gol partita ma non porta il primo posto nel girone.

Firmino 5,5: svaria tanto e cerca di non dare punti di riferimento al Napoli però viene inghiottito dalla retroguardia azzurra (42' s.t. Carvalho s.v.).

Jones 6: è suo il primo squillo del match quando anticipa Meret in uscita ma il tentativo termina alto di poco. Molto nel vivo delle azioni offensive dei Reds (27' s.t. Nunez 7,5: forse avrebbe meritato più minuti e in questo modo il Liverpool avrebbe potuto sfruttare la sua fisicità per tentare l'impresa. Partecipa alla rete dell'1-0 e segna di tap-in il gol del raddoppio).

Klopp 7: è un altro Liverpool rispetto al match d'andata. Trova cinque vittorie su sei nel girone e solo un Napoli clamoroso gli nega il primo posto.

Napoli:

Meret 6: leggermente in ritardo sulla prima occasione di Jones, bravo a distendersi sul tentativo di Thiago da fuori. Sui due gol del Liverpool è bravo a salvare inizialmente, non può nulla sulle ribattute.

Di Lorenzo 6,5: solita prova da leader, fatta soprattutto di contenimento con continue sovrapposizioni tra Jones e Tsimikas dalle sue parti.

Ostigard 6,5: dopo la gioia del primo gol in Champions aveva trovato il secondo, ancora con la specialità della casa, il colpo di testa. Il VAR, però, lo annulla per posizione irregolare. Lì dietro fa valere la sua forza nel gioco aereo.

Kim 6,5: soliti interventi spettacolari ed efficaci. Quando poi va a chiudere su uno come Salah si capisce ancor di più la sua enorme prestazione. Nel finale cala leggermente sui calci piazzati e sul gol dei Reds non riesce ad anticipare Nunez.

Olivera 7: affronta con tantissima personalità Salah non facendosi mai saltare e trovando delle chiusure importanti. Spinge anche con buona frequenza e un bel passo.

Anguissa 6: prova fisica, non si vede tantissimo negli inserimenti ma lavora di qualità in mediana.

Lobotka 6,5: giocate di enorme personalità in uno stadio importante come Anfield. Gestisce palla, anche davanti la difesa, con una classe unica (38' s.t. Zielinski s.v.).

Ndombele 6: Spalletti aveva bisogno di maggior intensità e fisicità lì in mezzo e così ecco la chance per lui dal 1' al posto di Zielinski con buoni risultati (43' s.t. Raspadori s.v.).

Politano 6: tanta applicazione in fase difensiva, la gara lo richiede. Lì davanti cerca qualche imbucata senza (25' s.t. Lozano 6: qualche guizzo c'è con la sua solita vivacità nell'1 contro 1 e abilità nell'attaccare la profondità).

Osimhen 5,5: lotta e si muove frequentemente ma ha pochissimi palloni giocabili dalle sue parti (43' s.t. Simeone s.v.).

Kvaratskhelia 6: quando il Napoli vuole accendere la luce si affida al georgiano. Nell'1 contro 1 Alexander-Arnold non lo chiude mai, però Klopp lo ingabbia bene (38' s.t. Elmas s.v.).

Spalletti 6: risultato un po' bugiardo, il suo Napoli fa bene anche ad Anfield. Arriva la prima sconfitta stagionale che non fa male, visto il primo posto nel girone conquistato ugualmente.