Lo stadio Alfredo Di Stefano di Madrid, dove il Real giocherà le gare casalinghe della Liga

Giovanni Sani
·2 minuto per la lettura

Considerato l'obbligo di disputare le gare a porte chiuse, il Real Madrid ha deciso di giocare allo stadio Alfredo Di Stefano, nel centro sportivo di Valdebebas, le partite in casa, per non interrompere i lavori di ristrutturazione del Santiago Bernabeu.


Lo stadio Alfredo Di Stéfano, inaugurato il 9 maggio 2006, è uno stadio spagnolo situato a Madrid. Ospita le partite interne della prima squadra giovanile del Real Madrid, il Castilla. La struttura è ubicata all'interno dell'avveniristico centro sportivo Ciudad Real Madrid e prende il nome da uno dei più grandi giocatori della storia del calcio, Alfredo Di Stéfano. Il progetto finale è quello di portare lo stadio alla capacità di 25 000 spettatori, una volta terminata la quarta fase di sviluppo del centro sportivo.


Lo stadio è ecologico. La produzione di acqua calda sanitaria è ottenuta mediante pannelli solari fotovoltaici situati sul tetto dell'edificio degli impianti. L'irrigazione si ottiene dalla purificazione dell'acqua e la produzione a freddo viene effettuata utilizzando serbatoi di ghiaccio. I fan hanno un parcheggio indipendente, con una capacità di oltre 10 autobus. Sono accessibili tramite accessi limitati e hanno i loro stand. Il 5% dei posti nello stadio sono assegnati (attualmente 300), che possono aumentare a seconda della partita. I fan rivali hanno i loro servizi igienici e aree di ristorazione.


Il Real Madrid tornerà in campo domenica 14 giugno alle ore 19.30 e ospiterà l'Eibar. Dovendo giocare tutte le gare a porte chiuse, la società ha deciso di utilizzare il campo Alfredo Di Stefano di Valdebebas, nel centro sportivo del club, per non interrompere i lavori di ristrutturazione del Santiago Bernabeu. Ad annunciarlo è stato il presidente Florentino Perez: "Le restanti partite casalinghe si giocheranno a porte chiuse, da qui la decisione di disputarle altrove. Utilizzeremo lo stadio Alfredo Di Stefano di Valdebebas, per consentire i miglioramenti programmati nello stadio Santiago Bernabeu. Rimaniamo uniti nell'attesa di poter tornare tutti insieme dentro il nostro tempio", le sue parole in una lettera indirizzata ai soci.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!