L'Olimpia si sveglia tardi: il derby è di Cantù

L’Armani Exchange perde il derby contro la S.Bernardo-Cinelandia Cantù per 89-83, chiudendo così nel peggior modo possibile il girone d’andata al termine di una partita in cui ha pressoché sempre inseguito, e la sconfitta arriva al termine di quella che per larghi tratti è stata la peggiore prestazione stagionale. Si salvano solo Scola (21 di cui 17 nella ripresa) e Micov (20), per i brianzoli brillano Clark (21) e i lunghi Hayes (15) e Burnell (14).

Con Burns indisponibile, Messina mette White tra i 12 lasciando fuori per turnover Mack, Roll e a sorpresa Tarczewski. Il quintetto è di elevato tonnellaggio, con Micov da 2 e Brooks da 3 (c’è anche Sykes), ma la partenza dell’Olimpia è tutt’altro che brillante, con Cantù subito avanti 8-4. Milano esce alla distanza, tornando avanti con una tripla di Moraschini, che però sarà l’unica nel primo tempo biancorosso. Cantù si riprende, prima contro-sorpassando con Clark e poi chiudendo il primo quarto avanti con una tripla dell’ex La Torre.

La squadra di  Pancotto gioca decisamente bene nel secondo quarto, allungando con un ottimo 5/7 da 3 (mentre Milano sbaglia i suoi 7 tentativi nel periodo, arrivando all’intervallo 1/11) con Ragland grande protagonista di fronte a un’Olimpia a cui non riesce nulla in attacco (che si poggia esclusivamente su soluzioni individuali, come testimoniato dai due soli assist su 12 canestri di squadra) e che in difesa fa acqua da tutte le parti: all’intervallo Cantù è avanti con un pesante 48-36.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Spalle al muro, l’Olimpia reagisce. E la risposta ha il nome e cognome di Luis Scola, che firma 9 punti e 1 assist nel 17-4 che riporta avanti Milano. Rinvigorita, la squadra di Messina prova ad allungare, ma trova sempre la pronta reazione di una Cantù mai doma, che al 30’ chiude sotto di 1 sul 61-60. Ancora Scola e Cinciarini sono protagonisti in avvio di ultimo periodo, con Milano a +5, ma le triple di Clark, Wilson e Burnell tengono agganciata Cantù è avanti con un pesante 48-36.

Spalle al muro, l’Olimpia reagisce. E la risposta ha il nome e cognome di Luis Scola, che firma 9 punti e 1 assist nel 17-4 che riporta avanti Milano. Rinvigorita, la squadra di Messina prova ad allungare, ma trova sempre la pronta reazione di una Cantù mai doma, che al 30’ chiude sotto di 1 sul 61-60.

Ancora Scola e Cinciarini sono protagonisti in avvio di ultimo periodo, con Milano a +5, ma le triple di Clark, Wilson e Burnell tengono agganciata Cantù. Sykes è fortunato sulla tripla che riporta Milano avanti di 5, ma da quel punto l’attacco dell’Olimpia si spegne di nuovo: Cantù confeziona un parziale di 8-0 e il punteggio recita 86-83 a 27” dalla fine, con la squadra di Pancotto che manca il colpo del ko. Rodriguez sbaglia due volte la tripla del pari, sancendo il blitz canturino.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com

Potrebbe interessarti anche...