Accoltella passanti sul London Bridge: ucciso dalla polizia, due vittime


Panico a Londra, dove un uomo armato di coltello ha aggredito alcuni passanti sul London Bridge, uno dei luoghi simbolo della capitale britannica, prima di essere ucciso dalla polizia. Due degli accoltellati sono morti mentre, come confermato da Scotland Yard, otto sono le persone rimaste ferite.

PANICO A LONDRA, SFOGLIA LA FOTOGALLERY

La polizia ha attribuito all'episodio tutti i connotati del "grave atto di terrorismo", seppure senza sbilanciarsi ancora in serata sulla possibile matrice. né comunicare l'identità dell'ucciso.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L’aggressore aveva un coltello e indossava un finto giubbotto esplosivo, particolare che ha contribuito a seminare il panico fra la gente. L’uomo è morto in seguito alle ferite riportate dagli spari degli agenti. Lo ha reso noto Scotland Yard in una breve dichiarazione ai media.

LEGGI ANCHE: Olanda, panico all’Aja: tre accoltellati nella via dello shopping

Prima di venire neutralizzato dalle forze dell’ordine l’aggressore ha avuto una colluttazione con alcuni passanti. Lo mostrano le immagini di un video rimbalzato sui media britannici.

Alcuni testimoni hanno affermato di essere stati evacuati dal luogo della sparatoria, ad altri è stato detto di rimanere all'interno di ristoranti e negozi.

London Bridge, 29 novembre 2019 (Photo by Chris J Ratcliffe/Getty Images)
London Bridge, 29 novembre 2019 (Photo by Chris J Ratcliffe/Getty Images)

Il London Bridge era già stato teatro di un attacco jihadista nel giugno del 2017, quando i terroristi avevano lanciato un furgone contro i passanti, per poi accoltellare diverse persone nel Borough Market.

Dallo scorso novembre il livello di allarme terroristico nel Regno Unito è stato abbassato da "grave" a "sostanziale", con un rischio di attentato considerato "probabile" e non "altamente probabile". Perciò le autorità non scartano l'ipotesi di un attentato terroristico.




Potrebbe interessarti anche...