Lopalco: "Il virus non andrà più via, diventerà malattia stagionale"

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Coronavirus patients lie on beds in the Intensive Care Unit of the 'Ospedale di Circolo' hospital, in Varese, Italy, Friday, Nov. 6, 2020. Italy’s daily new COVID-19 caseload surged higher on Friday but so did the number of swab tests in the last 24 hours. The nation where the pandemic erupted in Europe registered 37,809 new confirmed coronavirus infections, a one-day record and nearly 9% more than the previous day's caseload, according to Health Ministry figures. (AP Photo/Luca Bruno)
AP Photo/Luca Bruno)

Secondo Pierluigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia, “Il COVID-19 è ormai un virus endemico, non andrà più via”.

Intervenuto a “Un giorno da pecora” su Rai Radio 1, il professore ha però fornito anche rassicurazioni, specialmente perché con il vaccino “potremo mettere in sicurezza le persone più fragili e potremo vivere più serenamente. Il virus diventerà una malattia stagionale”. Lopalco prevede inoltre che ci saranno altre ondate, ma che in teoria dovrebbero essere sempre più lievi.

VIDEO - Crozza-Zangrillo scatenato contro Lopalco

Interrogato sulle criticità della Puglia, che attualmente è in zona arancione ma in grande sofferenza, il professore ha spiegato come “tutte le categorie di medici stanno spingendo per chiedere la zona rossa e limitare la circolazione del virus”. Se si guarda, però, ai famosi 21 indicatori, appare evidente come la Regione non presenti ancora i parametri per passare a misure più stringenti. “In Puglia - spiega Lopalco, - l'Rt è sotto all'1,5, da zona arancione. Ma non è Rt buono, però, a livello comunicativo è importante spiegarlo. Ad esempio, il picco influenzale si raggiunge con Rt 1,2, noi con il Covid siamo a 1,4”. Tuttavia, la richiesta da parte degli ospedali e dei medici è legittima, perché “gli operatori sanitari sono stanchi, sono molto stressati, quindi qualunque iniziativa che possa allentare la morsa su ospedali e territorio è benvenuta”.

LEGGI ANCHE: Lopalco: "Da politici servono comportamenti più responsabili"

Un altro tema che ha fatto discutere in Puglia è la chiusura delle scuole. Il governatore della Regione, Michele Emiliano, aveva emesso un'ordinanza che fermava tutta la didattica in presenza, ma il provvedimento è stato sospeso dal Tribunale amministrativo. Lopalco, però, è di una linea ancora più rigorosa: “Fosse dipeso da me io non le avrei aperte nemmeno le scuole a settembre. Una mia personale opinione, le avrei lasciate chiuse un altro po’, magari tenendole aperte ad agosto”.

Infine, Lopalco si lascia andare a una raccomandazione per tutti i cittadini: “Mi metto nei panni di chi sta in prima linea e un po’ mi fa specie che si stia pensando al Natale. Adesso dobbiamo starcene a casa, perché così forse tra 14 giorni gli ospedali inizieranno a respirare. La Germania, che ha terapie intensive dappertutto, ad esempio ha fatto il lockdown. L'unico modo è limitare contatti sociali, altrimenti non ne usciamo”.

VIDEO - Regionali Puglia, Emiliano "Con Lopalco lanciata sfida sanità"