I Los Angeles Dodgers vincono le World Series dopo 32 anni

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 28 ott. (askanews) - Dopo 32 anni i Los Angeles Dodgers vincono la World Series che mancava dal 1988, e perché da tanti anni partivano con il favore del pronostico che diventava il peso della sconfitta. Questa volta ce l'hanno fatta battendo 3-1 i Tampa Bay Rays ieri sera ad Arlington in Texas e aggiudicandosi la serie per 4-2. E' il settimo titolo di campionato per i Dodgers, sesta squadra di maggior successo nella storia. Molto più avanti i New York Yankees con 27 titoli, seguiti da St. Louis Cardinals (11), Botston Red Sox, Oakland Athletics (9) e San Francisco Giants. Una gioia incontenibile perché è stato complicato battere questi Tampa Bay Rays e per tutta gara 6 la vittoria è sembrata un appuntamento da rimandare. Blake Snell, lanciatore partente dei Rays, ha prodotto una prestazione strepitosa, silenziando il potente attacco dei Dodgers per oltre 5 inning con 9 strike out. Al primo scossone i Rays sono caduti, tolto Snell dal monte la diga ha ceduto. Il baseball nel 2020 ha resistito al Covid e completato un anno da ricordare. La pandemia è stata una minaccia fino all'ultimo: in gara 6 un Justin Turner è stato tolto durante la gara, all'ottavo inning perché positivo all'ultimo controllo. Non era in campo a festeggiare con i compagni.