Lotito stregato da Sarri, sul tavolo c'è il rinnovo fino al 2025

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Claudio Lotito ne è sempre più convinto, Maurizio Sarri è l'uomo giusto al quale affidare la costruzione di un nuovo ciclo, possibilmente vincente, nella Lazio del post-Inzaghi. Il presidente biancoceleste ha stupito un po' tutti andando su uno degli allenatori più apprezzati del panorama italiano e non solo e facendogli siglare un biennale a cifre poco consuetudinarie per la gestione sempre molto equilibrata della società biancoceleste. Nè è talmente convinto che, archiviata la sfida odierna contro la Salernitana, durante la prossima sosta per le nazionali i due dovrebbero sedersi attorno allo stesso tavolo per discutere di un possibile prolungamento fino al 2025. A soli tre mesi dall'inizio di questa stagione.

LA POSIZIONE DI SARRI - Interpellato sull'argomento alla vigilia della partita di Europa League di Marsiglia, Sarri non ha regalato titoli da prima pagina ma non ha nemmeno negato che l'ipotesi di rafforzare il rapporto tra le parti sia al vaglio: "La prossima settimana valuteremo. Posso dire che qui sto benissimo, ma dobbiamo metterci seduti e parlarne bene". Tradotto, la chiacchierata in programma tra Lotito e l'allenatore della Lazio dovrà vertere su diverse questioni, anche su come rinforzare nel tempo una rosa costruita ancora per buonissima parte sull'ossatura di quella gestitanegli ultimi anni da Inzaghi e da completare quindi con innesti più funzionali alle idee del tecnico toscano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli