Lucca non si ferma più: in gol anche con l'Under 21, ora il Pisa aspetta l'asta

·2 minuto per la lettura

E alla fine il gol è arrivato anche in Nazionale e sebbene non sia servito a regalare i 3 punti all'Under 21 contro la Svezia è un segnale importante di come il feeling con la porta avversaria per Lorenzo Lucca non svanisce una volta varcato il confine dei nostri campionati e di quello di Serie B con il suo Pisa in particolare. 7 gol in 11 presenze stagionali sono un ruolino di marcia invidiabile che, non a caso ha attirato sul centravanti classe 2000 le attenzioni di mezza Italia e che lo terranno al centro del calciomercato almeno fino a gennaio.

NON SI FERMA PIU' - I 6 gol (con 1 assist) segnati con la maglia del Pisa erano un segnale importante di come il passaggio dall'ottima Serie C giocata con il Palermo alla Serie B non stia pesando sulle sue spalle, anzi. Quello che mancava finora e che era stato evidenziato anche dal ct dell'Under 21 Nicolato in conferenza stampa, era il confronto con il panorama internazionale, con realtà diverse dalla nostra, anche se per selezioni giovanili. Altri mondi che Lucca sta iniziando a conoscere e che, dopo due partite così così contro Montenegro e Bosnia oggi l'hanno visto fare quello che gli riesce meglio: fare gol. Quello contro la Svezia è un pezzo di bravura da rapinatore d'area di rigore con Lucca che si è fiondato in spaccata volante per deviare il tirocross a giro di Rovella mettendo tutti fuori tempo.

IL PESO DELLA CELEBRITA' - Un gol atteso e bramato da Lucca che, non a caso, stava vivendo un momento particolare come raccontato anche dal ct Nicolato prepartita: "Le tante attenzioni non sono semplici da gestire. Dobbiamo essere responsabili nel raccontarlo" e dallo stesso Lucca nel post gara: "Mi sono sbloccato e sono felice. M​anca un po' di intesa con i compagni, ma sto cercando di integrarmi al meglio". Una pressione che Lucca dovrà essere in grado di gestire nel migliore dei modi e a cui rispondere sempre e comunque allo stesso modo: con il gol.

IL PISA ASPETTA L'ASTA - Si perché nonostante Nicolato chieda di non caricare Lucca di troppe aspettative, chi non lo vuole nascondere è sicuramente il Pisa, oggi presente a Monza per la gara con il direttore sportivo Chiellini. Il club toscano ha confermato a più riprese che i contatti con gli altri club sono quotidiani e che, come ribadito dal presidente Corrado nei giorni scorsi: "Ascoltiamo ogni giorno chiamate e messaggi, la nostra disponibilità è grandissima. ​Prima o poi dovremo considerare l'interesse degli altri club". Milan, Inter, Juve, ma anche Fiorentina e Atalanta stanno lavorando per strapparlo alla concorrenza a suon di contatti e rilanci. Il Pisa ascolta e gongola perchè ha fra le mani un diamante puro. E Lucca non si ferma più.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli