Lucescu: "Pirlo promosso, vi dico cosa è mancato alla Juve. Superlega? La storia più brutta"

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Mircea Lucescu, attuale allenatore della Dinamo Kiev, ha parlato ai microfoni di Tuttosport, dicendo la sua sulla SuperLega ma anche sul campionato italiano e in particolare sulla Juventus di Andrea Pirlo, suo allievo ai tempi del Brescia. Ecco le parole dell'ex tecnico, fra le altre, dell'Inter.

Pirlo?

Pirlo è promosso. È un debuttante, non va scordato. E soprattutto guida una squadra forte, ma non invincibile come un tempo. Andrea può finire la stagione in Champions e con due Coppe: merita di essere riconfermato. Dovessero cambiarlo, sarebbe una sconfitta per la Juventus. Fidatevi di me: il primo anno è il più complicato per un allenatore, questa stagione per Pirlo si rivelerà una full immersion istruttiva”.

Cosa è mancato alla Juve?

Sicuramente l’effetto Stadium: io ci sono stato da avversario e vi posso assicurare che i rivali patiscono quel clima. Detto questo, credo che qualche giocatore abbia reso meno”.

Andrea Pirlo, Cristiano Ronaldo | Soccrates Images/Getty Images
Andrea Pirlo, Cristiano Ronaldo | Soccrates Images/Getty Images

Critiche a Ronaldo?

Non scherziamo! CR7 ha fatto CR7, segnando tanto come sempre: quando lo guardi, non sembra uno di 36 anni. Se hai Ronaldo, lo devi sostenere, l’impressione, da fuori, è che qualche compagno abbia reso meno del previsto. In ogni caso vanno fatti i complimenti all’Inter: Conte ha fatto un ottimo lavoro e sta vincendo lo scudetto meritatamente”.

Buffon alla Dinamo?

Ci ho provato ai tempi dello Shakhtar, è vero, ma il treno è passato e credo che a questo punto non passerà più. Mi sembra impossibile portarlo alla Dynamo Kiev”.

Superlega?

"È una brutta storia, la peggiore che ho vissuto nel calcio. E io, seppur mi senta molto giovane, ho 75 anni e ne go viste di tutti i colori. La Superlega è un male perché il calcio è nato come uno sport accessibile a tutti, a partire dai più poveri. Volerlo trasformare in qualcosa di elitario è sbagliato e pericoloso. Lo sa perché? Diventerebbe un torneo per ricchi in campo e sugli spalti: le persone normali mica potrebbero permettersi di acquistare i biglietti dello show che hanno in mente queste società”.

Segui 90min su Facebook per restare aggiornato sulle ultime news sulla Serie A.