L'Uefa boccia il Milan, Fassone: "Giunte richieste impossibili"

Adx

Roma, 7 dic. (askanews) - C'è preoccupazione in casa Milan dopo le voci di bocciatura da parte della commissione del fair play Uefa sul voluntary agreement richiesto dal Milan. La riunione è in programma domani a Nyon, ma tutto fa pensare a un esito negativo per la società rossonera. L'Uefa, infatti, non avrebbe dato credito al piano di sviluppo e risanamento presentato dal management rossonero e all'affidabilità e consistenza patrimoniale della proprietà cinese ed ora si temono sanzioni. "Sembra di leggere di un funerale anticipato - ha detto stamane il dg rossonero Fassone entrando in Lega - Sembra sia già stata presa la decisione. Ho troppo rispetto per le istituzioni Uefa, spero non sia così. Spero siano decisioni neutre. La commissione però ha fatto richieste oggettivamente impossibili non solo per il Milan. Non c'è ottimismo, c'è attesa per il pronunciamento". E sull'aspetto tecnico conferma: "Questa è un'annata di transizione, speriamo di ripartire quanto prima. Gattuso sta cercando un approccio tecnico e tattico suo, ha bisogno di tempo. Ripensando all'estate, rifarei gli stessi acquisti pur ammettendo di aver commesso uno-due errori"

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità