Lukaku si scusa, Chelsea lo perdona

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"Romelu Lukaku si è scusato ed è tornato in gruppo". L'allenatore del Chelsea Thomas Tuchel archivia le polemiche generate dall'intervista rilasciata dal centravanti belga a Sky Sport e annuncia il ritorno tra i convocati del numero 9 per la semifinale di andata di Coppa di Lega, in programma mercoledì 5 gennaio alle 20:45 a Stamford Bridge contro il Tottenham di Antonio Conte. "Romelu è molto consapevole di ciò che è successo e di ciò che ha creato - aggiunge Tuchel - sente la responsabilità di rimediare a tutto, è in grado di gestirlo. Dopo l'esclusione per la partita di campionato contro il Liverpool, Lukaku torna così tra i convocati. Non c'è altra scelta: è un nostro giocatore e puntiamo su di lui".

L'allenatore del Chelsea aveva anticipato un incontro chiarificatore, tenuto tra i due ieri. "Per me era importante capire che Romelu non voleva creare tutto questo con quella intervista - sottolinea l'allenatore tedesco - possiamo stare calmi e accettare le sue scuse. Non ci sono dubbi sull'impegno di Romelu Lukaku per la squadra, ecco perché è stato così sorprendente leggere quelle parole. Non ha mai creato alcun problema, è un ragazzo molto emotivo. Spero che anche i tifosi possano prendere atto di questo e sostenere la squadra. È ora di andare avanti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli