L'Under 21 azzurra vince 2-1 in Islanda ed ipoteca l'Europeo

Adx
·2 minuto per la lettura

Roma, 12 nov. (askanews) - La Nazionale Under 21 supera 2-1 l'Islanda espugnando il fortino dello stadio 'Víkingsvöllur'. Decide la doppietta di uno dei quattro esordienti mandati in campo da Nicolato, Tommaso Pobega, che porta in vantaggio l'Italia nel primo tempo e poi, a tre minuti dal termine, segna il 2-1 con un gran sinistro dalla distanza. Un successo che vale oro quello firmato dal centrocampista dello Spezia e che permette alla Nazionale di ipotecare il pass per la seconda fase dell'Europeo che si svolgerà dal 24 al 31 marzo 2021 in Ungheria e Slovenia e che vedrà protagoniste, insieme alle nazionali dei due paesi ospitanti, le prime classificate e le cinque migliori seconde dei nove gironi. Gli Azzurrini guidano infatti il Gruppo 1 con tre punti di vantaggio sull'Irlanda e domenica a Differdange (ore 17.30 - diretta su Rai 2 e Rai Radio 1) potrebbero conquistare l'aritmetica qualificazione battendo il Lussemburgo, fanalino di coda del girone già travolto con un netto 5-0 un anno fa a Castel di Sangro. Contro un'Islanda sempre vittoriosa nelle quattro gare disputate in casa e in grado di battere Irlanda e Svezia, la squadra di Nicolato con quattro esordienti in campo si difende compatta, chiudendo tutti gli spazi e limitando i rifornimenti al bomber di casa, quel Sveinn Aron Gudjohnsen figlio d'arte e di proprietà dello Spezia. Più forte anche del vento e della pioggia, l'Italia mette in valigia i tre punti grazie alle volate di Sottil e ai gol di Pobega, due giovani che non a caso stanno trovando sempre più spazio in Serie A. "Sono molto soddisfatto - il commento di Paolo Nicolato - i ragazzi meritano un grande plauso. Abbiamo perso 10 giocatori in tre giorni per un motivo o per un altro, in campo c'erano quattro esordienti e tanti ragazzi con poche presenze, che non si conoscevano. Siamo partiti due anni fa con una squadra che poteva puntare a vincere l'Europeo, nel tempo abbiamo dovuto cambiare ragazzi e modo di giocare e nonostante questo in campo riusciamo sempre a dare il massimo. Ora bisogna andare avanti con questa voglia e con questa determinazione". Tommaso Pobega ha vissuto l'esordio che ogni ragazzo sogna: "Era la mia prima partita e ci tenevo a far bene, per fortuna ce l'abbiamo fatta. E' stata una gara dura e difficile, mi sento bene sia fisicamente che mentalmente e questo aiuta".