Lutto nel mondo dell'automobilismo, morta di cancro Sabina Schmitz

·1 minuto per la lettura
sabine schmitz
sabine schmitz

Lutto nel mondo dell’automobilismo con la morte a soli 51 anni della pilota tedesca Sabine Schmitz, prima donna a vincere la 24 ore del Nurburgring e da allora nota alle cronache come la regina di quel circuito. Schmitz era però famosa anche per essere stata tra i conduttori del programma televisivo della BBC Top Gear, dove dopo una prima apparizione nel 2004 è diventata uno dei presentatori principali a seguito dell’addio di Jeremy Clarkson alla trasmissione nel 2015.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Morta la pilota Sabine Schmitz

A piangere tra i primi la celebre pilota è stato lo stesso circuito dell’Nurburgring, che sulla sua pagine ufficiale ha pubblicato il seguente post di cordoglio: Il Nurburgring ha perso il suo pilota femminile più famoso. Sabine Schmitz è morta troppo presto dopo una lunga malattia. Ci mancherà lei e la sua natura allegra. Riposa in pace Sabine!”. Tra i suoi successi ricordiamo il primo posto alla 24 ore del Nurburgring nel 1997 e nel 1998, oltre a un terzo posto nel 2008, a un nono nel 2011 e a un sesto nel 2012.

Sabine Schmitz stava lottando con un tumore dal 2017, ma nonostante la chemioterapia e gli interventi subiti il suo corpo purtroppo non ce l’ha fatta. Lei stessa qualche anno fa ebbe a dire: “Devo tirare fuori tutte le mie forze e fermarmi per avere la forza necessaria ad affrontare le prossime terapie. Nella speranza che qualcosa funzioni”.