'Ma quale dieta' hit della Nazionale, l'autore: "Quando ho visto il video ho pianto'

·2 minuto per la lettura

Dal "Popopo" a "Ma quale dieta": la sua canzone è diventata l'inno non ufficiale della Nazionale italiana agli Europei conclusi con il trionfo di Wembley, proprio come il ritornello di "Seven nation army" dei White Stripes lo fu per i mondiali del 2006. Luca Il Sole di Notte, questo il nome d'arte del cantante neomelodico di Sant'Antimo (Napoli), non riesce a nascondere l'emozione di vedere la sua canzone intonata dai calciatori della Nazionale, guidati da Lorenzo Insigne, e all'Adnkronos racconta: "E' un'emozione grande, grandissima, ancora non riesco a spiegarla. Lo ammetto, la prima volta che ho visto il video degli azzurri che cantavano la mia canzone all'uscita dell'aeroporto non ce l'ho fatta e ho pianto".

Dalla vittoria contro il Galles in poi, ogni vittoria dell'Italia è stata celebrata dai calciatori cantando "ma quale dieta, me piacene 'e purpette", ritornello della canzone di Luca Il Sole di Notte il cui video, su Youtube, ha ormai sfondato il muro del milione di visualizzazioni. "E' una grande soddisfazione - racconta il cantante neomelodico - i napoletani Insigne, Immobile e Donnarumma hanno portato la mia canzone in giro per l'Italia e per l'Europa e questa è la mia gioia più grande". Un successo impensabile per il cantante di Sant'Antimo, la cui carriera artistica è nata sul luogo di lavoro, la Pescheria degli Artisti nel centro del piccolo comune a nord di Napoli: un nome che è un tributo al padre, "maestro d'arte", fonte d'ispirazione per le prime canzoni.

"Sono nate quasi per scherzo - spiega - come marketing per la pescheria. Abbiamo pubblicato i video sui social e hanno avuto successo, da lì sono arrivate le prime chiamate e ho iniziato ad esibirmi a comunioni e battesimi, ma partecipo anche a spettacoli ed eventi". Fino ad arrivare a "Ma quale dieta", scritta insieme all'amico Ciro Renna e pubblicata solo qualche mese fa, un'ode al mangiare con citazioni di polpette, cotolette e spuntini pomeridiani da ripetere già alle 7 di sera. "Me lo sentivo che sarebbe stata un successo - confessa Luca Il Sole di Notte - per un motivo molto semplice: la canzone parla di cibo e il cibo piace a tutti. Come diceva Mario Merola: è bello 'o magnà".

E ora che la canzone è diventata famosa e il suo ruolo di portafortuna della Nazionale di Roberto Mancini è riconosciuto dall'Italia intera, il desiderio di Luca è poter incontrare i neo campioni d'Europa: "Sarebbe una grandissima soddisfazione, spero di incontrarli per potermi complimentare da vicino con loro".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli