Maglie troppo simili: il Bari contro la Pro Vercelli con le maniche… tagliate

Problemi con i colori delle maglie sie in Pro Vercelli-Bari che in Ascoli-Carpi. I Galletti costretti a tagliare le maniche.

Quello delle maglie da gioco troppo simili è un problema che, di tanto in tanto, torna fuori. A volte infatti, è capitato che due squadre avversarie indossassero tenute di gioco che, per motivi cromatici, rendevano la vita complicata tanto agli spettatori quanto ai direttori di gara.

Problemi di questo tipo si sono verificati questo sabato su ben due campi di Serie B. Clamoroso, in particolare, quanto accaduto poco prima del fischio di inizio della sfida tra Pro Vercelli e Bari.

La compagine pugliese infatti, si è presentata al Piola in tenuta blu con maniche bianche. Un problema perché la Pro Vercelli indossa una maglia bianca e la cosa avrebbe complicato non poco il compito dei guardialinee che sarebbero potuti cadere in errore quando c’era da valutare una situazione di fuorigioco.

Visto che il Bari era arrivato in Piemonte privo della muta della seconda maglia, il direttore di gara ha quindi chiesto ai padroni di casa di scendere in campo con la seconda maglia, che è però nera e avrebbe creato ancor più confusione al cospetto di quella blu scuro dei Galletti, la terza tenuta invece, quella rossa, non era disponibile allo stadio.

Onde evitare confusione, l’arbitro Pinzani ha quindi imposto al Bari di tagliare le maniche bianche e indossare una sottomaglia termica blu.

Episodio leggermente diverso invece in Ascoli-Carpi. Il portiere della compagine ospite, Belec, è sceso in campo con una maglia gialla priva di nome perché quella che avrebbe dovuto indossare originariamente, a detta del direttore di gara poteva potare a confondersi con il dorso delle tenute sfoggiate dall’Ascoli.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità