Maignan para tutto, il Lille vola grazie al suo portiere dei record: è la prima scelta del Milan

Andrea Distaso
·2 minuto per la lettura

Un'altra prestazione sopra le righe, un'altra serata di gloria per un portiere che si sta consacrando, di settimana in settimana, come il migliore della Ligue 1 e tra i più promettenti nel panorama europeo. Mike Maignan ha trascinato e sta trascinando il Lille in un avvincente testa a testa coi fenomeni del Paris Saint-Germain per la conquista del campionato ed è finito nel mirino di diverse squadre, fra cui anche il Milan. L'intricata situazione del rinnovo di contratto di Donnarumma ha spinto Maldini e Massara a guardarsi attorno per non farsi cogliere impreparati in caso di addio del proprio numero uno e l'estremo difensore nel giro della nazionale campione del mondo è il profilo in cima alla lista di gradimento.

PARA TUTTO - C'è soprattutto lo zampino di Maignan nel 2-0 con cui il Lille si è sbarazzato ieri, non senza fatica, del Metz e ha portato momentaneamente a 6 punti il vantaggio in classifica nei confronti del PSG, battuto una settimana fa al "Parco dei Principi". Tra i segreti della banda di Galtier, avversaria tra l'altro del Milan nel girone di Europa League, c'è una indubbia solidità difensiva che ne fanno una delle squadre meno battute nei 5 principali campionati europei. Appena 7 i gol incassati dall'inizio del 2021, alla pari di una corazzata come il Manchester City e meglio persino dell'Inter di Antonio Conte. Merito anche del rendimento in costante crescita del suo portiere, battuto appena 19 volte nel corso del campionato, capace di collezionare - con quello di ieri - il 18esimo clean sheet stagionale e nei primi posti per numero di parate effettuate (col Metz sono state 8, quasi tutte decisive).

UN'OCCASIONE - C'è poi un dato che merita di essere sottolineato, quello relativo ai calci di rigore neutralizzati in carriera da Maignan: quello a Leya-Iseka del Metz è stato l'ottavo su 27 tentativi fronteggiati nel campionato francese, una percentuale di poco inferiore al 30%. Statistiche che ne consacrano il grande potenziale anche in prospettiva futura e che hanno attirato, anche in virtù di una situazione contrattuale particolare, l'interesse di importanti società straniere come Tottenham e Borussia Dortmund. Il suo contratto col Lille è in scadenza nel 2022 e la valutazione di mercato ne sta inevitabilmente risentendo, non superando i 12-13 milioni di euro. Una vera e propria occasione che pure il Milan sta prendendo in considerazione per il futuro, che ha sempre più il volto e le mani di Mike Maignan.