Malagò: "Tokyo 2020 in primavera è un'ipotesi"

Adx
Askanews

Roma, 24 mar. (askanews) - "Non si era mai verificato uno spostamento dei Giochi Olimpici se non in occasione di eventi bellici". Lo ha detto il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, dopo che il CIO, d'intesa con il Comitato Organizzatore di Tokyo e le massime autorità del Giappone, ha ufficializzato il rinvio dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo al 2021. "Il fatto che si possano disputare entro l'estate del 2021 vuol dire che esiste la volontà di considerare ogni opzione temporale possibile, anche l'eventualità che si disputino in primavera - continua - Ci sono molte Federazioni Internazionali che hanno già dato disponibilità a riprogrammare le loro manifestazioni nel 2021, come ha detto Sebastian Coe per i mondiali di Atletica previsti ad agosto: c'è ampia disponibilità a rimodulare i calendari, ovvio che la preminenza spetti ai Giochi Olimpici. Il mio pensiero va agli atleti, a chi si è espresso sul futuro e a chi sta valutando cosa fare. Credo che i nostri campioni - soprattutto quelli più esperti - possano offrire un altro esempio di passione e di determinazione, diventando nel 2021 il simbolo dei Giochi di Tokyo".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...