Maltempo: crolla il tratto del viadotto sulla Torino-Savona

Crolla tratto del viadotto sulla A6 Torino-Savona (foto: Vigili del Fuoco)
Crolla tratto del viadotto sulla A6 Torino-Savona (foto: Vigili del Fuoco)

A causa delle forti piogge è crollato un tratto del viadotto sulla A6 Torino-Savona, la cosiddetta Autostrada dei Fiori, gestita dal gruppo Gavio. Il tratto precipitato corrisponde a circa 30 metri di autostrada, all’innesto con l’A10 e a un chilometro e mezzo da Savona verso Altare.

Il crollo sembra essere stato causato dalla frana della montagna adiacente l’autostrada.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Sotto c'è una colata di circa 2 metri di fango, una coltre molto spessa su cui si stanno eseguendo i controlli per verificare se ci siano e o meno dispersi. Naturalmente siamo tutti speranzosi che le notizie siano buone", ha spiegato il governatore della Liguria, Giovanni Toti.

LEGGI ANCHE: "Tanaro, non allagarci ti prego": panico alluvione in Piemonte

Toti: “Non escludiamo la presenza di mezzi trascinati nel crollo”

Sul posto sono giunti i soccorsi, che non hanno riscontrato al momento la presenza di vittime coinvolte nonostante alcuni testimoni abbiano segnalato la caduta di un’auto durante l’incidente (di cui nessuno ha però rinvenuto traccia). “Al momento non c’è evidenza di mezzi coinvolti nel crollo del viadotto”, ha detto il prefetto di Savona. Ma Toti ha precisato: “non posso né smentire, né confermare la presenza di automobilisti, è l’ennesima tragedia che colpisce la Liguria, ma a prima vista non ci sono auto che si possono vedere in superficie. La frana però ha travolto i pilastri ed è molto profonda, non si può escludere che qualche auto sia stata trascinata dal mare di fango. Bisognerà controllare - ha aggiunto il presidente - anche la stabilità dell'altra carreggiata dell'autostrada su cui si è appoggiata la frana, per vedere se i pilastri hanno retto l'impatto".

LEGGI ANCHE: Maltempo: sempre peggio in Piemonte, Liguria e Calabria

GUARDA IL VIDEO: crolla un viadotto in Liguria

Traffico interrotto in entrambe le direzioni

L’A6 è stata interrotta sia in direzione Torino sia in direzione Savona in quanto si temono altre frane vicino ad Altare. La zona è sorvolata da un elicottero dei vigili del fuoco, che stanno anche eseguendo verifiche statiche delle case sulla collina crollata.

Testimoni: “Abbiamo pensato subito al ponte Morandi”

"Attenzione che qua viene giù tutto”, hanno gridato alcuni automobilisti in coda davanti alla voragine che si è aperta sull'autostrada Torino-Savona. Intanto un video del crollo sta circolando sui social ed è già virale.

"Abbiamo sentito un botto, abbiamo visto il ponte dell'autostrada che non c'era più. Ovviamente abbiamo pensato subito a un nuovo ponte Morandi", hanno raccontato altri testimoni del crollo.

"Ero in fase di sorpasso, ho visto una persona che sbracciava e ho pensato avesse qualche malore. Poi mi sono voltato e ho visto tutto nero, il viadotto non c'era piu'", ha dichiarato all’Ansa Daniele Cassol, vigilante 56enne riuscito a fermarsi a pochi metri dall'orlo del baratro sulla Torino-Savona. "Dietro di me arrivava anche un pullman con decine di persone, per fortuna siamo riusciti a fermarlo".

L’ira del sindaco: “Rischiamo l’isolamento”

"Sperando che sia confermata la notizia che non risulterebbero coinvolti nel crollo di parte del viadotto di Altare sulla Torino-Savona, quello che sta emergendo è un panorama desolante - afferma il presidente della Provincia e sindaco di Cuneo, Federico Borgna - Oltre a essere in ginocchio a causa di alluvioni e maltempo, oggi la nostra Provincia rischia di finire schiacciata dai blocchi burocratici. Il crollo della Torino-Savona di oggi ci isola da sud, l'Asti-Cuneo è bloccata, i lavori al Colle di Tenda sono fermi, quelli per la Variante di Demonte non partono e il colle della Maddalena è chiuso. Ogni anno lo Stato preleva dal nostro bilancio provinciale 10 milioni di euro, risorse che sono indispensabili per portare avanti lavori di manutenzione sulle strade e nelle scuole e che questa sottrazione ci impedisce di fare. Per far fronte ai danni causati dall'alluvione che in queste ore sta colpendo il territorio provinciale occorrono misure straordinarie".

GUARDA ANCHE - Nord in ginocchio per il maltempo

Potrebbe interessarti anche...