Il Manchester City umilia l'Arsenal 5-0. Arteta affonda e rischia, ma questi Gunners sono troppo poco per Conte

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

È ripartita con il botto la terza giornata di Premier League con il primo big match di giornata che ha fatto vincitori, ma anche vittime illustri. Il 5-0 rifilato dal Manchestr City all'Arsenal è stato infatti di quelli senza storia fin dalle prime battute, con i Citizens padroni del campo in lungo e in largo e i Gunners incapaci difensivamente di apporre rimedi a cambi di gioco e folate offensive. Anzi, la difesa della squadra allenata da Mikel Arteta è anche la protagonista in negativo di giornata superando di gran lunga in positivo l'attacco dei ragazzi di Guardiola. Tutti e 5 i gol segnati, infatti, hanno avuto almeno una componente di errori, singoli e di reparto, della linea a 5 improvvisata schierata dallo spagnolo che, oggi più che mai, risulta in bilico.

Di Gundogan e Ferran Torres, praticamente soli a centro dell'area piccola i primi due gol che indirizzano la gara a cui si aggiunge a metà primo tempo anche l'espulsione diretta di Xhaka (ex-obiettivo della Roma, ma blindato dall'Arsenal) per un brutto intervento con piede a martello su Cancelo (anche se l'impatto non è così evidente). La partita dei Gunners finisce lì, con Gabriel Jesus che segna il tris in area piccola (ancora) prima dell'intervallo e Rodri e ancora Ferran Torres con un tiro dalla distanza e un colpo di testa in area piccola (di nuovo) a chiudere i conti.

Il City torna momentaneamente in vetta fa capire al mondo intero che l'acquisto di Ronaldo a Guardiola probabilmente non sarebbe serivto. I guai dell'Arsenal, e i limiti tecnici, invece, sono sempre più evidenti con Arteta che rischia il posto fermo a 3 sconfitte su 3 in campionato, 0 gol fatti e 9 subiti. Antonio Conte è il preferito per sostituirlo, ma neanche la sensazione è che questa squadra non sia pronta per lui.

LE FORMAZIONI UFFICIALI Manchester City: Ederson, Walker, Dias, Laporte, Cancelo, Rodrigo, Gundogan (C), Bernardo, Grealish, Torres, Jesus. Arsenal: Leno, Soares, Tierney, Chambers, Holding, Kolasinac, Xhaka, Odegaard, Saka, Smith Rowe, Aubameyang

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli