Manchester City ko, Guardiola a testa bassa: “Una lezione che servirà”

Pep Guardiola commenta la disfatta del suo Manchester City sul campo del Monaco: "Per molti dei miei era la prima esperienza nel torneo".

Il Manchester City esce a sorpresa agli ottavi di Champions Legue per mano di un Monaco sorprendente. La rimonta del club francese si è consumata soprattutto nel primo tempo: Pep Guardiola fa mea culpa.

Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore spagnolo spiega i motivi del black out: "Possiamo imparare molte lezioni, diversi nostri giocatori erano alla prima esperienza nel torneo. Siamo stati eliminati per i goal subiti in casa, la maggior parte dei quali figli dei nostri errori. Posso solo lamentarmi del primo tempo di Montecarlo, perchè difendere il risultato dell'andata era l'unica cosa che non volevo".

Un totale tracollo per i Citizens, che non sono poi riusciti a trovare il goal vincente a fine gara: "Dopo il primo goal subito siamo scomparsi, sono cose che ci serviranno per il futuro. Dovremo sicuramente difendere meglio, ma a Montecarlo abbiamo creato 5-6 occasioni in un quarto d'ora e poche squadre sanno farlo. La mia preoccupazione è che nel primo tempo non abbiamo creato occasioni".


Sul fronte mercato Guardiola non vuole rivoluzioni: "Non si possono cambiare 12 giocatori ogni anno. Cercheremo di migliorare la squadra per quello che ci è consentito. La nostra aera è dove dobbiamo migliorare maggiormente e come allenatore ho più potere che mai".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità