Manchester City, Real Madrid e Chelsea escluse subito dalla Champions? L'UEFA è a lavoro

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

La nascita della SuperLega potrebbe avere delle ripercussioni immediate sull'attuale Champions League. FIFA e UEFA sono già passate all'attacco, minacciando i club che ne hanno aderito con possibili sanzioni miliardarie e con esclusioni da Coppe e campionati.

La UEFA inoltre starebbe valutando la possibilità di espellere i 12 club partecipanti alla Superlega il prima possibile. Questo è quanto quanto filtra al termine del Comitato Esecutivo odierno, tenutosi a Montreux in Svizzera.

Roman Abramovich | Chris Brunskill/Fantasista/Getty Images
Roman Abramovich | Chris Brunskill/Fantasista/Getty Images

Tre delle quattro semifinaliste dell'attuale Champions, vale a dire Real Madrid, Manchester City e Chelsea, hanno anche aderito alla SuperLega, la quarta è il PSG che avrebbe rifiutato (in Europa League c'è il Manchester United). E la UEFA potrebbe intentare delle cause per espellere i club già dall'attuale competizione. Aleksander Ceferin, presidente UEFA, ha di fatto confermato che la confederazione europea sta studiando la possibilità di escludere City, Chelsea e Real dalla Champions League in corsa: "Saranno i legali a dire se i club della Superlega parteciperanno ancora alla Champions. Stiamo ancora valutando la situazione con la squadra legale. È ancora presto, l'annuncio è arrivato ieri notte, non abbiamo ancora una soluzione ma cercheremo di applicare tutte le sanzioni che saranno possibili”.

Segui 90min su Facebook per restare aggiornato sulle ultime news della SuperLega.