Mancini: contro l'Armenia formazione in alto mare

Adx

Roma, 17 nov. (askanews) - Missione compiuta ma quello di qualificarsi per Euro 2020 era l'obiettivo minimo per la Nazionale di Mancini. "Non mi aspettavo dieci vittorie ma la qualificazione, questo sicuramente - dice il ct alla vigilia dell'ultima partita in programma, domani a Palermo contro l'Armenia - L'obiettivo primario non è stato quello di vincere, ma di divertire per riportare i tifosi intorno alla Nazionale, poi dare la possibilità ai giocatori per un calcio vincente". In Italia nessuno riesce a pressare e giocare come la Nazionale... "Bonucci lo dice perché l'ho fatto esordire, ahahah. Quando ho parlato con i giocatori ho detto di volere fare qualcosa di diverso. Ho avuto la fortuna che i ragazzi abbiano creduto a qualcosa di diverso, oltre a tanti giocatori tecnicamente bravi, magari con meno qualità fisiche. Abbiamo avuto la possibilità di gestire la gara, poi corrono e sono giovani". Quanto alla formazione "siamo in alto mare. "Siamo in alto mare, dobbiamo vedere oggi e domani per il recupero di venerdì. Un po' di stanchezza c'è, faremo dei cambi". Sorpreso dell'apprendimento così repentino dei suoi riserva anche un saluto a Palermo. "Ventimila biglietti venduti. È un piacere essere qui, Palermo merita la Serie A per pubblico e città. Il dispiacere che non ci sia è tanto. Noi abbiamo bisogno dei tifosi, dobbiamo giocare bene per sostenerci".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...