Mancini e i dubbi sui convocati per l'Europeo: "Sarà complicato lasciare fuori gli ultimi due"

L'Europeo si avvicina e il ct dell'Italia Roberto Mancini è ad un passo dal diramare le scelte ufficiali per le convocazioni, che già ieri hanno subito un'importante scrematura: Ospite a 'Che tempo che fa' su Rai Due, il Mancio ha ammesso che "È stato difficile lasciare fuori sei ragazzi dal primo pre-raduno, sarà altrettanto complicato lasciare fuori gli ultimi due: sono tutti ragazzi che meritano di stare in lista. Le rivali più pericolose? Quelle che sono partite un po' prima di noi con il loro progetto e hanno quindi un po' più di esperienza - spiega il commissario tecnico -come la Francia, il Portogallo, il Belgio che da anni è primo del ranking o l'Inghilterra, ma l'Italia deve sempre partire con l'obiettivo di raggiungere il massimo risultato".

Roberto Mancini | Claudio Villa/Getty Images
Roberto Mancini | Claudio Villa/Getty Images

Sulla presenza dei tifosi all'Olimpico di Roma:"Non saranno solo tifosi italiani - aggiunge Gianluca Vialli -ma di certo riavere dopo tanto tempo il pubblico di nuovo dopo al proprio fianco caricherà i ragazzi a molla".

In chiusura la parola torna a Mancini: "I ragazzi sono bravi - assicura il ct - e sono tranquillo. Alcuni giocatori non sono al meglio dal punto di vista fisico, ma siamo una squadra forte e ci divertiamo: ci sono tutti i presupposti per fare un buon Europeo".

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli