Mancini: "Voglio una vittoria anche con la Bosnia"

Adx/Int2

Roma, 14 nov. (askanews) - Dopo aver conquistato con tre turni di anticipo la qualificazione a EURO 2020, l'Italia torna in campo per le ultime due gare delle European Qualifiers: domani a Zenica (Stadio 'Bilino Poje', ore 20.45 diretta Rai1) in casa della Bosnia Erzegovina e lunedì prossimo a Palermo (Stadio 'Renzo Barbera', ore 20.45 diretta Rai1) contro l'Armenia. Gli ultimi 180' chiuderanno il percorso europeo degli Azzurri, che cercheranno di allungare la striscia record di successi consecutivi nelle qualificazioni (8), con il duplice obiettivo di finire nell'urna delle teste di serie al sorteggio dell'Europeo e migliorare il Ranking FIFA in vista del sorteggio alle qualificazioni al Mondiale del 2022.

Lo confermano le parole del ct Roberto Mancini nella conferenza stampa della vigilia: "La Bosnia qui ha sempre vinto, è uno stadio dove si trova bene, faremo del nostro meglio, perché come loro anche noi vogliamo vincere. Vedremo alla fine chi sarà stato più bravo tra noi e loro, è certo che per batterci dovranno giocare bene".

Gli Azzurri giocheranno per la prima volta a Zenica, dopo il precedente del 1996 a Sarajevo, quando furono sconfitti nella gara che segnò la fine dell'era Sacchi. Dopo il successo nella partita di andata giocata a Torino, il bilancio con la Bosnia Erzegovina è in perfetta parità: una vittoria per parte, pari anche il conto delle reti. Ma il destino della Bosnia è appeso a un filo. Terza nel Girone J, deve vincere per restare ancora in gioco, e sperare che la Finlandia non batta il Liechtenstein. "Domani sera - prosegue Mancini - sarà una bella partita. Non avendo niente da perdere, loro giocheranno sicuramente per vincere e sarà una gara interessante. Quando abbiamo iniziato questa avventura, avevamo tutti dei dubbi sul nostro girone. Pensavamo che Bosnia e Finlandia avessero le stesse possibilità per giocarsi la qualificazione. Per me è più forte la Bosnia, ma la Finlandia ha dimostrato di essere più brava e più continua. A Pjanic e compagni resta la possibilità di andare agli Europei tramite la Nations League".

Mancini schiererà la squadra migliore. Ma dovrà risolvere un paio di dubbi. "Belotti partirà titolare - dichiara il ct - per il resto ho due dubbi: uno a destra, nel ruolo di terzino, e uno a centrocampo. Deciderò domani mattina dopo l'allenamento".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...