Marcello Lippi: “Da oggi non sono più il c.t. della Cina”

Marcello Lippi
Marcello Lippi

Dopo la sconfitta della Cina per 2-1 sul neutro di Dubai, Marcello Lippi ha deciso di rassegnare le sue dimissioni. Da oggi, quindi, l’ex allenatore di Juventus, Inter e della Nazionale Italiana campione del Mondo 2006, non è più il commissario tecnico della nazionale cinese.

Le dimissioni di Marcello Lippi

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Nel Gennaio 2019 la Cina fu eliminata ai quarti di finale della Coppa d’Asia. Marcello Lippi, quindi, decise di dire addio alla Nazionale di Calcio di cui era alla guida dall’inverno del 2016. Dopo qualche mese, però, era tornato sulla panchina cinese ed oggi la storia dell’addio di Lippi alla Cina si ripete.

Dimissioni inaspettate, quelle del tecnico, giunte dopo che la Cina è stata sconfitta per 2-1 dalla Siria nel corso delle qualificazioni Mondiali. A tal proposito il campione del Mondo con l’Italia a Berlino 2006 ha dichiarato: “So che ho uno stipendio alto, anzi altissimo. So che devo prendermi tutte le responsabilità. Da oggi non sono più il c.t. della Cina. Saluto e ringrazio tutti”.

Soffermandoci sulla partita tra Siria e Cina, inoltre, ricordiamo che la Cina è andata subito sotto per il gol di Omari. Pareggio di Wu Lei, poi l’autorete di Zhang Linpeng che ha deciso la gara a favore dei siriani. Dopo quattro giornate, quindi, la classifica del gruppo A vede la Siria in testa a quota 12, a +5 sulla Cina che è stata raggiunta dalle Filippine al secondo posto. Nel corso della successiva fase delle qualificazioni asiatiche, inoltre, approdano le vincenti degli otto gruppi e le quattro migliori seconde. A partire dal al terzo turno in poi, le qualificazioni al Mondiale 2022 e alla Coppa d’Asia 2023 non saranno più sovrapposte.

Potrebbe interessarti anche...