Marchisio torna sulla rapina: "Paura indescrivibile"

"Mi hanno fatto tante domande, se avessi avuto paura o quant’altro. Non saprei neanche descriverla la paura, l’unica cosa che ho pensato è stata la fortuna di non aver i bambini in casa". Claudio Marchisio è tornato sulla rapina subita nella sua abitazione di Vinovo a fine ottobre, raccontando l'accaduto, ai microfoni di Sport Mediaset, a margine di un evento a Cuccaro Monferrato.

"Da lì in poi è stato un momento talmente strano, lo abbiamo vissuto io e mia moglie in maniera non facile, ma se siamo qui a raccontarlo vuol dire che siamo stati fortunati e bravi ad affrontarlo - ha aggiunto l'ex centrocampista della Juventus -. Quando sei in quel momento lì passi delle ore dove hai talmente tanti pensieri in testa in cui non credere che si possa tirare fuori qualcosa di sensato. La Polizia è ancora in corso di indagini, ma all’inizio pensi che determinate cose possano succedere perché, non solo in Italia, ma nel mondo in generale, c’è grandissima difficoltà. Quindi in quel momento lì, il mio pensiero è stato proprio quello”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...