Marco Van Basten: “L’Italia? Scarsa”

Yahoo Sports IT
“Che pena, non conosco Ventura e quindi non posso giudicare. Però in campo c’erano davvero poche idee” le dure parole di Van Basten. (Credits – Getty Images)
“Che pena, non conosco Ventura e quindi non posso giudicare. Però in campo c’erano davvero poche idee” le dure parole di Van Basten. (Credits – Getty Images)

Niente giri di parole per Marco Van Basten, l’ex attaccante di Olanda e Milan e ora responsabile dello Sviluppo Tecnico Fifa. In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, infatti, il campione olandese ha parlato di questo avvio dei Mondiali, ma anche delle due grandi assenti, cioè l’Italia e la sua Olanda. “Scarse. Purtroppo a Torino ho visto due squadre molto scarse, che non meritano d’essere al Mondiale: è la triste realtà” esordisce Van Basten commentando proprio l’amichevole tra le “sue” due nazionali.

“Che pena, non conosco Ventura e quindi non posso giudicare. Però in campo c’erano davvero poche idee” le dure parole di Van Basten quando si passa ad affrontare lo spareggio perso dagli azzurri e che è costato il Mondiale all’Italia. “Mi è sembrata proprio scarsa scarsa, come la mia Olanda. Solo che voi avete vinto 4 Mondiali, siete come Brasile e Germania, il calcio è una religione: fa più male a voi che a noi”.

Quali sono i problemi dell’Italia? L’assenza di campioni. “Non so se ci sono giovani che cambieranno la situazione, ma ultimamente vedo che vi mancano quei 3-4 grandi che avete sempre avuto. Oggi c’è Buffon, sì, ma è un portiere. E se anche aveste un super difensore, vi servirebbero centrocampisti e attaccanti, quelli che danno qualità, fanno girare la squadra, segnano. Non ci sono più. Anche nell’Olanda, eh…”.

E se l’Italia (e l’Olanda) piange, non va molto meglio ad alcune big presenti in Russia. La Spagna: “Che cosa possiamo rimproverare alla Spagna? Ha giocato bene, si è trovata davanti un giocatore che le ha segnato tre gol particolari”. La Germania? “Non sottovalutate il suo secondo tempo, ha preso a giocare, creato una decina di occasioni. Ma ha sbagliato il primo”. E l’Argentina? “Situazione ancora diversa. Ho anche fatto una foto per dimostrare come l’Islanda si sia spesso difesa con due linee da quattro addirittura in area. Non è una colpa, ha fatto quello che doveva. Solo che sembrava pallamano, cioè un giro palla insistente attorno alla porta”.

Potrebbe interessarti anche...